Star Trek: L'insurrezione

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Star Trek: L'insurrezione

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Star Trek: Insurrection
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1998
Genere fantascienza
Regia Jonathan Frakes
Soggetto Rick Berman, Michael Piller, basato su Star Trek di Gene Roddenberry
Sceneggiatura Michael Piller
Attori

Star Trek: L'insurrezione, film di fantascienza del 1998 per la regia di Jonathan Frakes. È il nono dei film dedicati a Star Trek.

Frasi[modifica]

  • I nostri ospiti sono arrivati, stanno mangiando gli addobbi floreali del banchetto. (William Riker)
  • Forse dovremmo dire allo chef di preparare salsina al limone, o qualcosa che stia bene con i crisantemi... (Jean Luc Picard)
  • Qualcuno ricorda quando eravamo dei semplici esploratori? (Jean Luc Picard)
  • Carino con le trecce! (Deanna Troi a Jean Luc Picard)
  • Dove può portarci la curvatura, se non lontano da qui? (Anij)
  • È troppo comodo ignorare le sofferenze di un popolo che non si conosce. (Jean Luc Picard)
  • Sto provando impulsi aggressivi, signore! (Worf)
  • I Son'a desiderano negoziare un cessate il fuoco. Forse dipende dal fatto che ci restano solo tre minuti d'aria a bordo. (Worf)

Dialoghi[modifica]

  • Picard: Quando è stata l'ultima volta che abbiamo riallineato i sensori di torsione?
    Perim: Due mesi fa, Signore.
    Picard: Fanno uno strano rumore.
    La Forge: In effetti sono fuori allineamento... di 12 micron. Lei se n'è accorto?
    Picard: Quando ero guardiamarina, riuscivo ad avvertire uno sfasamento di 3 micron...
  • Picard (sui Son'a): I nostri soci sono una banda di delinquenti...
    Dougherty: Tempo fa, sulla Terra il petrolio trasformò una banda di delinquenti in signori del mondo, un secolo fa la propulsione a curvatura ha trasformato un gruppo di Romulani in un'Impero. Li controlliamo i Son'a... Non è questo che mi preoccupa.
    Picard: Probabilmente qualcuno ha detto la stessa cosa dei Romulani, un secolo fa...
  • Dougherty: Jean Luc, stiamo trasferendo solamente 600 persone...
    Picard: Quante persone ci vogliono, Ammiraglio, prima che diventi un'errore, hmm? Un migliaio? Cinquantamila? Un milione? Quante persone ci vogliono, Ammiraglio?
  • Perim: Credevo che le armi subspaziali fossero state bandite dagli Accordi di Kithomer.
    Riker: Mi ricordi di presentare un'esposto.
  • Ru'afo: I Ba'ku vogliono restare sul pianeta? Ci restino. Io lancerò l'iniettore.
    Dougherty: Lei non lancerà un bel niente.
    Ru'afo: Tra sei ore tutto ciò che c'è su quel pianeta sarà morto o morente.
    Picard: Uccideresti la tua stessa gente, Ru'afo? I tuoi stessi genitori, fratelli, sorelle? Non lo sapeva, Ammiraglio? I Ba'ku e i Son'a sono la stessa razza.
    Sojef: Picard ce l'ha appena detto. Il nostro DNA è identico. Chi eri tu? Rotim? Gal'na?
    Ru'afo: Quei nomi, quei bambini, sono morti da tempo.
    Dougherty: Ma di che sta parlando?
    Sojef: Circa un secolo fa alcuni dei nostri giovani volevano seguire le orme degli stranieri. Cercarono di assumere il controllo della colonia, e quando hanno fallito...
    Ru'afo: Quando abbiamo fallito ci avete esiliato condannandoci a morte lenta.

Altri progetti[modifica]