Batman: Arkham Knight

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Batman: Arkham Knight

Immagine Batman Arkham Knight logo.png.
Titolo originale

Batman: Arkham Knight

Ideazione Paul Dini
Sviluppo Rocksteady Studios
Pubblicazione Eidos Interactive,
Warner Bros. Interactive Entertainment
Anno 2015
Genere stealth, avventura dinamica
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360, macOS, PlayStation 4, Xbox One
Serie Batman: Arkham
Preceduto da Batman: Arkham Origins

Batman: Arkham Knight, videogioco del 2015 incentrato sulle avventure di Batman.

Incipit[modifica]

  • È così che accadde tutto. Fu così che Batman morì. (Commissario Gordon)
  • Nove mesi fa Joker è stato cremato. Ho premuto io stesso il pulsante per bruciare quel bastardo. E poi, abbiamo atteso. Gotham si è preparata a un'inevitabile lotta per il potere... ma non avvenne, e il crimine diminuì. Ma sapevo che la guerra era in arrivo. Sapevo che qualcuno avrebbe fatto fuoco. (Commissario Gordon)

Frasi[modifica]

  • Per questa dimostrazione ho usato 150 grammi di una delle mie tossine. Domani, questo ci sembrerà un giochetto da bambini. Gotham, questo sarà l'ultimo avvertimento. (Spaventapasseri)
  • Ti manco? (Joker)
  • Io sono la vendetta. Io sono la notte. Io sono Batman! (Batman)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Cavaliere di Arkham: Forza, voltati.
    Batman: Tu chi sei?
    Cavaliere di Arkham: Non ne hai la più pallida idea... [Preme un pulsante sotto il casco] ...vero Bruce? [Togliendosi il casco, il cavaliere di Arkham si scopre essere Jason Todd]
    Batman: Jason? Ma... sei morto!
    Joker: Adesso non esageriamo, Batman. Potrei averti detto una piccolissima bugia. Ma su, guardalo bene! Sei stato bravo, siamo stati bravi! Dovresti esserne fiero.
    Jason Todd: Che succede? Sei senza parole? Mi aspettavo di più... mi deludi.
    Batman: Joker mi ha inviato il filmato. L'ho visto ucciderti!
    Jason Todd: NON OSARE MENTIRMI! Quanto hai aspettato prima di rimpiazzarmi? Un mese? Una settimana? Mi fidavo di te... e tu mi hai lasciato morire!
    Batman: Non è andata così!
    Jason Todd: Me l'hai sempre detto, Bruce: concentrati su ciò che vuoi ottenere, e succederà. Vuoi sapere cosa voglio ora? Voglio vederti morto. [Punta la pistola da sotto il mento di Batman, ma questi lo allontana con una testata, e Jason spara di fronte a sé a vuoto] Non puoi sfuggirmi! Ti darò la caccia! [Si rimette l'elmo, ora ridotto a una maschera]
  • Jason Todd: [Sconfitto da Batman, e con la maschera a pezzi] Tu... mi hai fatto questo!
    Batman: Mi dispiace...
    Jason Todd: Mi hai lasciato marcire in un'ala abbandonata di Arkham... [Gli punta la pistola] per più di un anno... con lui. [Joker]
    Batman: Non è tardi. [Gli porge la mano] Possiamo rimediare. Insieme. [Jason esita, e Batman rinuncia a tendergli la mano. Chiama allora Alfred] Alfred, è... ho trovato Jason.
    Alfred: Chiedo scusa, sir. Credo di aver capito male. Mi è sembrato di sentirla dire che ha trovato il signorino Todd.
    Batman: Hai sentito bene.
    Alfred: Oh, cielo, sta bene?
    Batman: No. [Si volta e vede che Jason è scomparso] No, per niente.
  • [Batman vede Pyg intento a fare una chirurgia plastica su un ragazzo mascherato]
    Batman: Ormai è finita, Valentine! Lasciali andare!
    Pyg: [Squittisce] Oh, nononononononononono! Pyg non è ancora pronto! [Squittisce] È tutta unica e sbagliata... tutta scombinata, rovesciata! Pyg la rende migliore. Pyg rende tutti noi migliori!
    Batman: È finita.
    Pyg: Ma Pyg può sistemare anche te, farti perfetto. Come gli altri. [Squittisce]
    Batman: Sei pazzo.
    Pyg: Cosa sei tu?
    Batman: Quello che ti fermerà.
    Pyg: Cattivo, cattivo, cattivo! [Squittisce] Pyg è come argilla! Pyg è come Dio! Pyg è qui e sistemerà tutti!
    [Batman si avvicina al ragazzo con la maschera, ma questa si risveglia e afferra il braccio di Batman, che si libera subito]
    Pyg: Ecco fatto, mia cara... Mostragli quanto sei perfetta!
  • Pyg: [Squittisce] Uh... Dove... dove mi stai portando? Pyg parte per il prossimo circo.
    Batman: Ti porterò dove non potrai fare del male a nessun altro, puoi starne certo.
    Pyg: Pyg non male. Pyg cura. Pyg aggiusta! I miei dollartron sono capolavori!
    Batman: Il destino di quella gente è peggiore della morte.
    Pyg: Non morte. Pyg rende vita degna di essere vissuta.
    Batman: E quelli che hai ucciso?
    Pyg: Troppo brutti per Pyg, e troppo imperfetti! [Squittisce] Fanno arrabbiare mamma... fanno sentire male Pyg!
    Batman: Le cose che non hai potuto cambiare... è così che ho identificato i corpi, che ti ho preso... è così che hai fallito.
    Pyg: No! Non fallito! [Ha conati di vomito] Pyg , và a vedere, sta male! Vuoi vedere?!
    Batman: Tu hai dei problemi, Valentine.
  • [Hush, nei panni di Bruce Wayne, tiene in ostaggio Lucius Fox con una pistola alla tempia]
    Batman: Lascialo andare!
    Hush: Stiamo solo trattando. Dico bene, signor Fox? Ho un incarico per te, Batman: portami Bruce Wayne, o farò crollare questa torre.
    Batman: Perché Wayne? Voi due eravate amici.
    Hush: La sua famiglia mi ha distrutto. E ora... io distruggerò lui.
    Batman: Gli Wayne ti hanno difeso.
    Hush: Ah, il grande chirurgo Thomas Wayne. E pensare che una volta era il mio idolo... finché non ha rovinato tutto.
    Batman: Ha fatto il possibile per salvare i tuoi genitori dopo l'incidente. Mi dispiace per tuo padre, ma almeno ha salvato tua madre.
    Hush: Mi ha negato ciò che era mio di diritto!
    Batman: Quello schianto non è stata una disgrazia... sei stato tu. Tu volevi ucciderli!
    Hush: Voglio solo ciò che è mio. Bruce Wayne ha avuto le sue ricchezze su un piatto d'argento, non ha mai dovuto lottare per nulla nella vita! Ora portami Wayne, o distruggerò questa torre, e tutto ciò che rappresenta!
    Batman: [Si toglie la maschera, rivelando la sua identità] Fai del tuo meglio, Tommy.

Altri progetti[modifica]