Batman: Hush (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Batman: Hush

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Batman: Hush

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2019
Genere Animazione
Regia Justin Copeland
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Batman: Hush, film di supereroi animato statunitense del 2019, basato sull'omonimo fumetto.

Incipit[modifica]

Donna: Oh, Bruce. Sei davvero tu.
Bruce Wayne: Lo so. È strano, vero?
Uomo: Un ricevimento sontuoso, non credi?
Bruce Wayne: Un momento, devo rispondere. [usando un auricolare] Eccomi, Alfred. Aggiornami.
Alfred Pennyworth: Niente, per adesso. Signor Bruce, prendersi una serata libera ogni tanto fa bene, parlare con qualcuno... di sport.
Bruce Wayne: Selina Kyle è qui.
Alfred Pennyworth: Forse la signorina Kyle si gode semplicemente i festeggiamenti. Non è coinvolta in nessuna attività illegale da almeno un anno.
Bruce Wayne: Da sedici mesi.
Nightwing: Ma dai, è Catwoman. Starà facendo un sopralluogo.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Eeeeed eccoci qui. Non ci credo... Tutti e due? [beve un bicchiere] Coppia perfetta [beve il secondo bicchiere]. (Thomas Elliot) [accorgendosi che Selina e Bruce se ne sono andati lasciandolo solo con due bicchieri che erano destinati a loro]
  • Zitto, Batman... Zitto... (Hush) [dopo averlo fatto cadere al suolo sparandogli]
  • Non devi preoccuparti di niente e di nessuno, tranne che di compiacermi. Ora portami i miei soldi. Brava gattina. O come dici tu: "Perfetto". Su, dillo per me. Di': "Perrrrfetto". (Poison Ivy) [a Catwoman]
  • Non potere e non dovere sono cose diverse. (Batman) [ad Amanda Waller]
  • Batman... Sta' alla larga dai miei affari e forse io starò lontano dai tuoi. (Amanda Waller)
  • Sei attraente quando distruggi le cose. (Catwoman) [a Batman]
  • Oooh... Batman è il tuo nuovo toyboy? [schiocca le dita] Ne ho uno anch'io [Superman]. (Poison Ivy) [a Catwoman]
  • Se avesse voluto saremmo morti. In fondo è una brava persona e in fondo… io non lo sono. (Batman) [a Catwoman riferendosi a Superman controllato da Poison Ivy mentre indossa dei guanti con spuntoni di criptonite]
  • Di nuovo per il tuo Codice? Superman stava quasi per schiacciarti, così ho improvvisato. È questo che fanno i partner, giusto? (Catwoman) [a Batman che gli disse che non doveva gettare Lois Lane dal tetto del Daily Planet]
  • Ue ue ue, a chi servono dei pagliacci che piangono, dico bene? Signore e cretini! C’è un piccolissimo cambiamento nello spettacolo di questa stasera. Oltre a farvi rapinare dall’opera mille bigliettoni a biglietto, vi rapineremo anche noi! Ahah! Sono venuta qui pure per il mio budino [Joker], è stato clown-rapito. Portatelo subito qui o ucciderò… Ah, non te. Forse te… Mmmh… te! Ucciderò te per quella stupida barba! Oh, adesso ci siamo… Bruce Wayne… bello smoking, spero che non sia in affitto! (Harley Quinn) [dopo aver colpito con un martello un uomo vestito da clown mentre si esibiva a teatro]
  • Non fatevi tesori sulla Terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove ladri scassinano e rubano. Ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano e dove i ladri né scassinano né rubano. Perché dov’è il tuo tesoro, è lì che sarà anche il tuo cuore, di sicuro. Il tuo occhio è una lampada che fornisce luce al corpo. Se il tuo occhio è limpido, tutto il tuo corpo sarà illuminato. Ma se il tuo occhio è malvagio, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è solo tenebra, quanto grandi saranno le tenebre. (Prete) [citando il Vangelo secondo Matteo 6:19-23 al funerale di Thomas Elliot]
  • Ma che succede oggi? Sembra che stiano strisciando fuori da sotto i tappeti. (Nightwing) [riferendosi ai loro nemici dopo aver visto l’Enigmista]
  • Se hai intenzioni serie con lei, devi raccontargli tutto quanto. O non funzionerà. (Nightwing) [a Batman riferendosi alla relazione con Selina]
  • Che la paura ti accompagni! (Spaventapasseri) [usando il suo gas allucinogeno contro Nightwing]
  • Indovina questo: “Meno ne hai e più valgo. Che cosa sono?” Risposta: un amico. (Enigmista)
  • Cosa fa un bastone con una lama? Punisce chi prova a salvare la persona che ama. (Enigmista) [a Batman]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Alfred Pennyworth: Signore, ha qualche idea di cosa potrebbe interessare alla signorina Kyle?
    Bruce Wayne: Glielo chiedo.
    Selina Kyle: Mi stupisci davvero tanto. Bruce Wayne si unisce ai ricconi. A cosa devono l'onore?
    Bruce Wayne: Sono stato obbligato, membro del Consiglio. Tu come stai, Selina? Qualche novità?
    Selina Kyle: Si potrebbe dire che sono a un bivio. Mi piaceva il mio lavoro, alla galleria. Ma adesso...
    Bruce Wayne: A volte cambiare fa bene.
    Selina Kyle: Come se lo sapessi.
    Thomas Elliot: Bruce! Tu sei davvero qui? Di solito non vieni mai [si stringono la mano].
    Selina Kyle: E' come vedere un unicorno... in un abito da cinquemila dollari.
  • Alfred Pennyworth: Scusi l'interruzione, signor Bruce. Ho ricevuto dei rapporti in base ai quali Bane ha rapito un bambino. Le suonerà il telefono adesso.
    Bruce Wayne [a Selina]: Mi dispiace, devo andare. Ma è stato bello. Vorrei rivederti... presto [se ne va].
    Selina Kyle: ... Bello finché è durato.
  • Alfred Pennyworth: Bane di solito non è un po' più... eloquente.
    Batman: E' sotto effetto di un nuovo super steroide. E anche la sua mente è sotto sforzo.
    Bane: Mi servono i soldi per più succo!
    Batman: Sono qui i tuoi soldi... [da' un calcio in faccia a Bane] vieni a prenderli.
  • Lady Shiva: Batman... Scusami per l'interruzione [si inginocchia].
    Batman: Lady Shiva. La Lega degli Assassini non ha interessi qui.
    Lady Shiva: Forse sì. La Lega è fuori controllo. Fazioni diverse lottano per il potere.
    Batman: E...?
    Lady Shiva: E durante il caos, la vita donata dal Pozzo di Lazzaro è stata sfruttata da un intruso sconosciuto. Sono qui per chiederti se tu ne sai qualcosa.
    Batman: No. Però indagherò.
    James Gordon [arriva con altri poliziotti]: Laggiù.
    Lady Shiva: Ti ringrazio. È stato bello vederti al lavoro.
    Batman: La prossima volta... chiama prima [Lady Shiva se ne va].
    James Gordon: È troppo chiedere un fine settimana tranquillo?
    Batman: A quanto pare...
    James Gordon: Ti ringrazio per aver risolto il problema. Aspetta, dove sono i soldi? [guarda in alto sulle finestre] Catwoman? Maledizione. Sapevi che era tornata in città?
  • Teppista 1: Ahah, sapevo che era lui. È caduto dal cielo come un piccione morto [un altro teppista sta per togliere la maschera a Batman, ma viene folgorato da una scarica elettrica]. Ma che cavolo?!
    Teppista 2: D'accordo, c'è solo un modo per affrontarlo... [punta la pistola su Batman, ma viene disarmato dalla frusta di Catwoman]
    Catwoman: Indietro, ragazzi. Lui è mio.
    Teppista 3: Ne sei sicura? E se invece lo facessimo a fette?
    Teppista 2: Dopo aver finito con te, ovviamente.
    Catwoman: Cattivi cattivi. C'è la legge delle "tre condanne" in questo Stato [li attacca]. Questa è uno, due e tre! [con la frusta disarma un teppista e lo colpisce al sedere] C'è chi pagherebbe per questo... [arriva Batgirl, salta dalla moto e stende i tre teppisti]
    Teppista 2: Presto, andiamo via!
    Catwoman: Questa era... [Batgirl gli lancia un batarang e lo para col manico della frusta] una cattiveria gratuita.
    Batgirl: Allontanati da lui. Lavori con Bane e la pagherai cara.
    Catwoman: Datti una calmata, ragazzina.
    Batgirl: Non opporre resistenza e non ti farai male.
    Catwoman: Ooooh... È davvero adorabile [combattono e poi si allontana usando la frusta]. Prenditi cura del tuo capo.
    Batgirl: Oh! Non è il mio capo!
  • Hush: Non ancora, Ivy. Cinquanta e cinquanta, ricordi?
    Poison Ivy: Visto che non posso controllarti, metterò fine al nostro accordo in un altro modo...
    Hush: Oh, non lo farai. Se i miei organi vitali non restano... beh, vitali, questa bomba erbicida ridurrà in pezzettini te e i tuoi "amori". Ma non è il caso di parlarne adesso. Ho un lavoro che ti ripagherà dieci volte quello che hai fatto oggi. Pensa a quanto fertilizzante potrai comprare... Ti ho portato anche un regalo... [da' a Poison Ivy una scatola che contiene un oggetto che brilla di luce verde] del tuo colore preferito, immagino.
  • Batgirl: Dite che se la caverà?
    Alfred Pennyworth: Purtroppo non sono un esperto di ferite alla testa.
    Nightwing: Dobbiamo portarlo in ospedale.
    Batgirl: Batman puo' andare all'ospedale?
    Nightwing: Lui no, ma lo spericolato playboy Bruce Wayne sì.
  • Thomas Elliot: Beh, l'operazione non poteva andare meglio. Ma dovrà stare a riposo per un po', mi raccomando.
    Bruce Wayne: Thom... ti devo davvero tanto.
    Thomas Elliot: Era il minimo, dopo tutte le volte che ti ho lasciato solo. Anche tu però...
    Bruce Wayne: So di non essere stato un buon amico per te...
    Thomas Elliot: Mi prendi in giro? Guarda che pubblicità che mi hai fatto [mostra a Bruce il titolo di un articolo di giornale: "Famigerato playboy salvato da un amico chirurgo"]. E non pensare di essere il paziente più noto che io abbia avuto. Giro molto, sai?
    Bruce Wayne: Quindi hai dei pazienti più famosi di me?
    Thomas Elliot: Se mi fossi stato vicino lo sapresti.
    Bruce Wayne: Forse lo farò [Thom sorride]. Dico sul serio, Thom. Voglio essere un amico migliore.
    Thomas Elliot: Bruce... In ogni caso sarò sempre tuo amico. Anche a costo di risultare noioso.
  • Alfred Pennyworth: Il dottor Elliot le ha raccomandato almeno altre due settimane di riposo.
    Bruce Wayne: È impossibile. Vado al penitenziario di Blackgate.
    Alfred Pennyworth: Lo immaginavo. Tanto so che è meglio non provare a dissuaderla.
    Bruce Wayne: In effetti... preferirei di no.
    Alfred Pennyworth: Tuttavia, mi sono permesso una piccola modifica [riferendosi al costume di Batman]. Il copricapo adesso è più imbottito.
    Bruce Wayne: Mmh...
    Alfred Pennyworth: Deve evitare colpi alla testa. Non mi piacerebbe fare da maggiordomo al vegetale migliore del mondo, signore.
    Bruce Wayne: Sì, grazie del pensiero.
  • Catwoman: Grazie. A quanto pare, siamo pari.
    Batman: Sta' lontano dai guai.
    Catwoman: Fermo. So che non sei bravo nelle conversazioni, ma aspetta. Voglio dare la caccia a Poison Ivy con te.
    Batman: Io ho un Codice. E la vendetta non ne fa parte.
    Catwoman: Che ne dici dell'indirizzo dei suoi leccapiedi? Gli zombie che si occupano delle sue piante sapranno dove si trova.
    Batman: Dammi l'informazione e io mi occuperò di Poison Ivy.
    Catwoman: No.
    Batman: Mmh... Va bene, lavoreremo insieme al caso. Qual è l’indirizzo?
    Catwoman: Oh, non ho ancora finito con le richieste... Tic, tac, la pista si sta raffreddando... Abbiamo condotto questo ballo per molto. Tu non sei almeno un pochino... curioso? [si baciano]
  • Clark Kent: Qualcosa mi dice che un uomo come te è qui per più di un'intervista.
    Bruce Wayne: Mi piace fare mille cose...
    Clark Kent: È qualche affare di cui puoi parlarmi?
    Bruce Wayne: Non al momento. Per adesso non vorrei che altre persone venissero coinvolte.
  • Lex Luthor [si sveglia di soprassalto]: Ah...! Oooh, per favore. Non dirmi che tu e il boyscout [Superman] vi siete scambiati le città.
    Batman: La LexCorp produce un composto di etilene che permette alle piante esotiche di resistere alle variazioni di luogo e di temperatura.
    Lex Luthor: E... allora? Perché sei qui?
    Batman: Per l'elenco delle consegne del composto dell'ultima settimana.
    Lex Luthor: E, naturalmente, hai pensato di venire da me alle tre del mattino.
    Batman: Prima avrò quelle informazioni, prima potrai tornare a dormire.
    Lex Luthor: Non potevi andare da chi fa le consegne e che probabilmente è sveglio mentre parliamo?
    Batman: Hanno cancellato l'informazione dai computer e poi hanno qualche protezione in più.
    Lex Luthor: Una o due. Ecco... [Edificio Triffid, terzo piano, Metropolis]. Ne vuoi anche una copia? O vuoi una cioccolata prima di andare via?
    Batman: Ho quello che mi serve.
    Lex Luthor: Batman, quello che ti serve è mostrarmi del rispetto. Ti ho salvato la pelle contro Cyborg e contro Superman, e ti ricordo che sono un membro della Justice League ora.
    Batman: Sei un membro in prova. Non chiamarci, ti chiamiamo noi.
  • Poison Ivy: Indegno stupido smidollato muscoloso. Non avrò i miei soldi con loro ancora vivi.
    Superman: Io non... ucciderò…
    Poison Ivy: Stai provando a resistermi? Ai miei baci alla criptonite serve un ritocco [prende un rossetto verde, lo spalma sulle labbra e bacia Superman]. Trovali. Uccidili.
    Superman: Sì [vola via].
    Poison Ivy: Oh… il personale di oggi…
  • Lois Lane [mentre cade dal Daily Planet]: Superman, aiuto! [Superman la afferra in aria] Oh… Oh… Come è andata la tua giornata, tesoro? La mia è stata… movimentata.
    Superman: Ti spiegherò tutto, te lo prometto [Lois tocca le sue labbra macchiate dal rossetto di Poison Ivy]… Io… non ricordo quella parte.
    Lois Lane: Sarà meglio per te.
  • Dick Grayson [vede Bruce con uno smoking]: Ma guarda come ti stai impegnando… Allora, significa che Selina sta tradendo Batman con te oppure è il contrario?
    Bruce Wayne: Non hai nient’altro da fare?
    Dick Grayson: No. Ho pensato anche ad un’altra cosa: forse le piacete entrambi perché siete lo stesso uomo, ma lei non lo sa. Ci siamo, Bruce Wayne che va ad un vero appuntamento... Non fare nulla che non farei anch'io!
  • Bruce Wayne: Ciao, Damian. Titus [il cane di Damian].
    Damian Wayne: Pennyworth mi ha detto che stai uscendo con una criminale ora.
    Bruce Wayne: Ex criminale. Ed è solo un appuntamento.
    Damian Wayne: Non esistono ex criminali, padre. Solo chi non viola la legge al momento.
    Bruce Wayne: Lei non è più quella di una volta. Damian, questo...
    Damian Wayne: Senti, io lo capisco. Questa nostra missione infinita è un’impresa solitaria. Se questa sgualdrina per te non è che un passatempo, va bene.
    Bruce Wayne: Sgualdrina? Devi lavorare sul tuo linguaggio.
    Damian Wayne: Ma non serve rivangare le tue scelte passate in fatto di donne, e non mi riferisco solamente a mia madre.
    Bruce Wayne: Damian, questi non sono...
    Damian Wayne: Sono grato di essere qui, sia chiaro. Tuttavia, insisto affinché tu prenda delle precauzioni e, un’altra cosa, copri il tuo drink.
    Bruce Wayne: A presto, Damian.
  • Bruce Wayne: Stavo ripensando a certe cose della mia vita.
    Selina Kyle: È l’ora delle confessioni. Forza, dimmi.
    Bruce Wayne: Niente di particolare. È solo che sto sentendo il bisogno… di cambiare qualcosa.
    Selina Kyle: So che cosa provi. Sono cambiata molto dal nostro primo incontro. Ero più selvaggia. È per questo che mi hai mollato. Ero troppo inelegante per la tua cerchia sociale.
    Bruce Wayne: Non è così. In realtà mi piaceva quel tuo aspetto. Spero che non ti sia addomesticata del tutto.
    Selina Kyle: No. Ma vorrei bilanciare di più le cose.
    Bruce Wayne [fa un brindisi]: Al bilanciare.
  • Joker [Thomas Elliot giace a terra morto]: Uhahahahahahahahah… Ahahahahah ahahahahah. Oh cielo, la situazione non sembra bella, vero?
    Batman: … Joker…
    Joker: Sai qual è la cosa buffa? Sono del tutto innocente. Anche se non sembrerebbe, vero? [Batman comincia a prenderlo a pugni] Aaaargh! Ahahahah, Batman, ero in un seminterrato fino a cinque minuti fa. Sto solo cercando Harley, l’hai vista? Aaaargh! Ooouch! Ahahah ahahah [sputa sangue]. Aaargh! Aaaaaahahahahahah! Aaaaah! Bastaaa! [Batman continua a colpirlo] Batman, aspetta. Eheheheh, fermami se questa l’hai già sentita: due ragazzi vanno in un bar… [Batman lo sbatte a terra e inizia a strangolarlo] Vorrei che infrangessi il tuo Codice, ma per qualcosa che ho fatto davvero… Aaargh!
    James Gordon: Batman, fermo! Questo è l’ultimo avvertimento, lascialo andare subito [punta la pistola su Batman]. Non obbligarmi a farlo, non per causa sua. Non ti lascerò gettare la tua vita. Gotham ha bisogno di Batman [Batman si ferma e se ne va].
    Joker: Quella sciocchezza sentimentale ha funzionato. Aaah… Beh, si ritorna alla routine. Sei tu il nuovo Robin? [viene colpito da un pugno di Gordon] Ooouch!
    James Gordon: Chiudi quella bocca! [Joker ridacchia] Disarmatelo. Doppie manette, mani e piedi.
    Joker: Oooh... bizzarro! [continua a sghignazzare maniacalmente mentre viene portato via dagli agenti di polizia]
  • Bruce Wayne: Ciao, Selina. Come stai?
    Selina Kyle: Scusa se non ti ho più chiamato.
    Bruce Wayne: Tranquilla. Volevo ringraziarti per... il funerale. Ha significato molto per me.
    Selina Kyle: Pensavo che ti servisse un’amica. Mi dispiace tanto per Thomas. Sembrava un brav’uomo.
    Bruce Wayne: Lo era.
    Selina Kyle: Non facciamo passare altri dieci anni per rivederci, ok?
    Bruce Wayne: Mi piacerebbe, ma c’è un lavoro di cui devo occuparmi prima.
    Selina Kyle: Se fossi in te, non aspetterei a lungo.
    Bruce Wayne: Mi stai dicendo che sono in competizione con altri?
    Selina Kyle: A dirla tutta… mi vedevo con qualcuno prima che tu mi chiamassi. È complicato.
    Bruce Wayne: Aaah… un uomo misterioso...
    Selina Kyle: Non sai quanto…
    Bruce Wayne: Che vinca il miglior uomo misterioso.
    Selina Kyle: Pensa bene a cosa desideri. Sta attento, Bruce.
  • Nightwing: Magari non sono affari miei, ma hai il mio appoggio per questa storia.
    Batman: Storia?
    Nightwing: Tu e Selina. Brucelina? Comunque, penso che sia un bene per te. Ti rende… meno irruento.
  • Hush: Sono felice che tu sia qui, Batman.
    Batman: Dimmi chi sei.
    Hush: Sono l’uomo che distruggerà la tua vita, prima di prenderla.
    Batman: Questo è da vedere.
    Hush: L’abbiamo già visto. O almeno Thomas Elliot l’ha visto. Tu girerai in tondo, mentre io uccido i tuoi amici, uno a uno...
    Batman: Affrontami!
    Hush: Nessuno a cui tieni davvero è salvo [mostra la sua immagine su degli specchi che Batman colpisce senza sortire effetti] ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah... Presto, Batman. Molto presto...
  • Batman: Voglio che lasci la città.
    Catwoman: Non so cosa ci sia tra noi, ma non devi dirmi cosa devo fare.
    Batman: Non sarei qui se non fosse una cosa seria. Hush mi ha detto che farà del male a chi mi sta vicino, alle persone a cui tengo di più.
    Catwoman: Ok, inaspettato...
    Batman: Chiunque sia Hush, è stato un passo avanti a me per tutto il tempo. Sa senza dubbio di noi due… Qualche giorno fa, ho subito una perdita. Qualcuno ha insinuato che la sto affrontando meglio del dovuto, perché… ci sei tu nella mia vita.
    Catwoman: Nella tua vita? Non ti sembra un po’ esagerato?
    Batman: È ora di dirti chi sono… [ sta per togliersi la maschera]
    Catwoman: Aspetta. Ne sei sicuro?
    Batman: Lo sono.
    Catwoman: Allora faccio io [gli toglie la maschera]. Bruce...? Bruce Wayne è Batman?
    Batman: Quindi… che succede ora?
    Catwoman: Ho in mente un paio di cose... [si baciano]
  • Selina Kyle: Io non dico spesso che vale la pena aspettare, perché detesto aspettare. Ma questa volta, miao…
    Bruce Wayne: Per me è lo stesso.
    Selina Kyle: Oh no… quante cicatrici [sulla schiena di Bruce]. Sono moltissime.
    Bruce Wayne: Tu… ricordi questa? [sul suo petto]
    Selina Kyle: Avevo appena messo gli artigli retrattili… Costano una piccola fortuna.
    Bruce Wayne: Hanno funzionato, ho modificato la mia armatura di kevlar dopo lo scontro.
    Selina Kyle: Eh… scusa? … È per questo che hai rotto con me, è stato quando hai scoperto che ero Catwoman.
    Bruce Wayne: Una cleptomane.
    Selina Kyle: Cosa?
    Bruce Wayne: Scusa. Tu eri bellissima, brillante e davvero abile. Potevi fare ciò che volevi. Pensavo che non riuscissi a fermarti e...
    Selina Kyle: … e se non controlli le tue azioni, non sei del tutto assennato.
    Bruce Wayne: Esatto. E mi sbagliavo… Sei cambiata… Mi dispiace.
    Selina Kyle: Tranquillo, siamo in un territorio inesplorato.
    Bruce Wayne: Visto che non lasci la città, magari dovremmo andare da me.
    Selina Kyle: A villa Wayne?
    Bruce Wayne: Meglio [riferendosi alla Batcaverna].
  • Selina Kyle: Guarda questo depliant [col titolo “Vacanze Estreme!”]. Tranquillo, offro io. Ok, paghi tu.
    Bruce Wayne: Dopo che abbiamo preso Hush.
    Selina Kyle: Che per ora è sparito. Avrà sentito che hai una partner feroce, oppure è morto mentre stava preparando una trappola per te.
    Bruce Wayne: Vai tu, prendi il jet. Io devo restare qui.
    Selina Kyle: Non ci sarai per sempre, lo sai questo. Dick prenderà il tuo posto un giorno, non è per questo che l’hai addestrato?
    Bruce Wayne: Non è ancora pronto.
    Selina Kyle: E tu lo eri? Non ti chiedo di ritirarti, Bruce, ma solo di trascorrere un po’ di tempo lontando da qui. Con me.
    Bruce Wayne: Mmh… Se dovessimo farlo, allora...
    Selina Kyle: Ooh… [si baciano]
    Alfred Pennyworth: Sono mortificato, signore, ma c’è in linea il commissario Gordon.
  • Nightwing: Ti posso fare una domanda personale?
    Catwoman: Chiedi pure.
    Nightwing: Com'è uscire con l’uomo che è Batman?
    Catwoman: È... strano. Complicato. Incredibile... L'unico inconveniente è che parla sempre dei suoi sentimenti.
    Nightwing: Eh! Bella questa.
  • Edward Nygma: Bene, finalmente l'hai capito, Batman. Lo sai? Mi stavo annoiando.
    James Gordon: È una follia. Come fa ad essere coinvolto? È stato rinchiuso qui.
    Batman: Quando ho visto il nome “Arthur Wynne” nei documenti di Elliot, ho capito che era più che un pesce piccolo.
    James Gordon: ...Ok, mi arrendo. Chi è Arthur Wynne?
    Edward Nygma: È l'inventore delle parole crociate... Tsk, ignorante.
    Batman: È il nome che hai usato col dottor Thomas Elliot per il tuo tumore al cervello.
    Edward Nygma [sbatte i pugni sul tavolo]: Quell'inutile incompetente, doveva essere uno specialista. È stato l'unico che mi abbia voluto aiutare… e quando l’operazione non ha avuto esito positivo mi ha detto di sistemare i miei affari... Ma non accettavo che quella fosse la mia fine. No, no, no, ho trovato un altro modo.
    Batman: Un Pozzo di Lazzaro.
    Edward Nygma: Mi è servita solo qualche mazzetta e mi sono potuto immergere nelle sue acque curative. In quel momento sono riuscito a vedere tutto, a sapere tutto. Compresa la risposta al mio enigma più frustrante: chi è in realtà Batman? Era talmente ovvio, è stato sempre di fronte a me. In un attimo di ispirazioni ho visto un modo per distruggere te e ottenere la vendetta sul lurido criminale che mi ha mancato di rispetto in passato. Mi serviva una persona nuova, la mia vera identità doveva essere tenuta in segreto. Uno a uno sono riuscito a convincere, a persuadere e a costringere gli altri a fare la loro parte… e a eseguire i miei ordini. Vedi Batman, questo è il mio gioco e tutti quanti seguono le mie regole. Persino tu.
    James Gordon: È un fantastico monologo per un uomo in manette. Batman ti ha catturato.
    Edward Nygma: Oh, me tapino, ho fallito un’altra volta... È il momento dell'enigma, suppongo. Indovina questo, commissario Gordon [Batman estrae un batarang]. Chi è Batman? [viene sgozzato col batarang di Batman]
    James Gordon: Ma cosa?!
    Edward Nygma [comunicando attraverso una trasmittente]: Oooh, non dovevi farlo, mi serviva per controllarlo...
    James Gordon: La Faccia d'Argilla.
  • Joker [guardando lo scontro tra Batman e Clayface da una cella]: Uuuh... Cena e spettacolo, questo posto non è niente male! [comincia di nuovo sghignazzare follemente] Oh, stai già frequentando un altro cattivo? Pensavo che fra noi fosse speciale.
    Clayface: Sta' zitto, mostro.
    Joker: Mostro? Batman, non gli permetterai di parlarmi così? Oh, sembrerebbe che tu non mi voglia difendere. Aaaah! Quanti altri ce ne sono? No, non dirmelo! Che stupido che sono stato! Eeee sipario... [ridacchia] Ti è piaciuta la mia recita, Batman?! Gordon! Come al solito stai impalato senza muovere un dito! Fa’ qualcosa, amico! Ahahahahahah! Uuuhuhuhuhuhuh! [Gordon spara alla testa di Clayface, ma si rigenera] Oh, braaavooo!! [continua a sghignazzare follemente, Clayface assorbe Gordon dentro di sé e Batman lo colpisce con una pompa dell'acqua] Faccia d'Argilla è con l'acqua alla gola! [continua a sghignazzare, ma Batman riempie d'acqua il corpo di Clayface e lo fa esplodere dall'interno liberando Gordon]
    James Gordon: Qualcuno ha una mentina?
  • Catwoman: Va' all'Inferno!
    Enigmista/Hush: Non c’è tempo.
  • Enigmista/Hush [ride diabolicamente]: Stasera mostrerò a tutti ciò che nessuno è riuscito a fare: uccidere Batman! Riesci a sentirlo, Bruce? Senti che tutto ti sta scivolando via? [riferendosi a Catwoman in pericolo] Cosa pensi di me adesso? [riceve un pugno in faccia]
    Batman: Che parli troppo.
    Enigmista/Hush [ridacchia]: Te lo ripeto: che cosa pensi di me adesso?!
    Batman: Che sei lo stesso insicuro e fallito che eri prima di immergerti nel Pozzo di Lazzaro.
    Enigmista/Hush: Che paroloni per un uomo morto.
    Batman: Anche un bambino risolverebbe i tuoi indovinelli, e ti fai chiamare l’Enigmista? La tua mancanza di immaginazione è sconcertante.
    Enigmista/Hush: Rimangiatelo subito!!
    Batman: Un dilettante allo sbaraglio, la barzelletta della criminalità.
    Enigmista/Hush: Maledetto!! Sta' zitto!!!
    Batman: Pensi di avere la meglio su Poison Ivy, Joker e Bane? Quando scopriranno che Hush era l'Enigmista... ti daranno la caccia come a un ratto. [sorridendo] Non sarà piacevole.
    Enigmista/Hush: Ormai non ho più paura di loro. Finiranno esattamente come finirai tu!
    Batman: Gli effetti del Pozzo non durano per sempre, so che lo percepisci già adesso. La tua forza e la tua genialità stanno scivolando via, proprio quando ne hai più bisogno.
    Enigmista/Hush: No!! Noooooo!!!
    Batman: Indovina questo: chi è il peggior nemico di se stesso?
  • Enigmista/Hush [colpisce Batman col suo bastone acuminato al petto]: Ho vinto! Ho vinto!!! Ho vintoooo!!! [Catwoman blocca il suo attacco con la frusta e lo disarma]
    Catwoman: Ho nove vite, ricordi? Diamo una lezione a questo svitato… [combattono, l'Enigmista cade dalla struttura, ma Batman lo aggancia con il rampino]
    Enigmista/Hush [gridando]: Non mi lasciare!!! Ti prego!! Tirami su!! Tirami su!!! Ti pregooo!!!
    Catwoman: Lascialo!!
    Batman [lo spinge via all'indietro]: Vaiii!!!
    Enigmista/Hush [ultime parole]: No, no, aspetta! [sorridendo diabolicamente] Tu sei Batman, non puoi lasciarmi cadere!
    Catwoman [irritata]: E invece sì!! [taglia la corda del rampino e l'Enigmista muore precipitando nel fornace della struttura]

Explicit[modifica]

Batman [riferendosi all'Enigmista]: Non sarebbe dovuto morire.
Catwoman: Cosa?
Batman: Lui non doveva morire.
Catwoman: Stai... scherzando? Tu sei fuori di testa. Ha ucciso il tuo amico, ha provato a uccidere Nightwing, ha quasi ucciso me! E ti dispiace che sia morto?!
Batman: Io dovevo provare. Se qualcuno si puo' salvare... io devo provare.
Catwoman: ... È questo, non è vero? È un'ossessione. Tu e il tuo dannato Codice. Farai una brutta fine, sai che è così! E questo sistemerà le cose?!
Batman: Senza un Codice io non sono meglio di loro.
Catwoman: ... Sono solo una povera illusa. È incredibile, ci sono cascata di nuovo [Batman gli appoggia la mano sulla spalla, ma lei se la scrolla di dosso]. No! Sono cambiata! E sarei cambiata ancora, molto di più, per te! Per noi...!
Batman: Selina... Io...
Catwoman: Ma tu non vuoi... [piange] o non puoi... Forse un giorno... [poggia la mano sul viso di Batman] Non oggi, però. Arrivederci, Bruce. [se ne va]
Batman: Un giorno...

Altri progetti[modifica]