Vai al contenuto

Batman - La maschera del Fantasma

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Batman - La maschera del Fantasma

Immagine Batman-mask-of-the-phantasm-logo.png.
Titolo originale

Batman: Mask of the Phantasm

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1993
Genere animazione
Regia Eric Radomski, Bruce Timm
Soggetto Bob Kane (personaggi), Alan Burnett
Sceneggiatura Alan Burnett, Paul Dini, Martin Pasko, Michael Reaves
Produttore Alan Burnett, Michael E. Uslan, Benjamin Melniker
Doppiatori originali
Doppiatori italiani


Batman - La maschera del Fantasma, film d'animazione statunitense del 1993, regia di Eric Radomski e Bruce Timm.

Frasi[modifica]

  • [Ultime parole rivolto al Fantasma] I tuoi giorni sono finiti, maledetto! Ma cosa?! (Chuckie Sol)
  • [Alla lapide di Chuckie Sol] Sapevo che saresti finito così, Chuckie. Sei sempre stato un perdente. (Buzz Bronski)
  • Come mai un vecchio pendolo come te è venuto a far visita a un giovane cucù come me? (Joker)
  • [Ultime parole rivolto al Joker, con accento siciliano] Scimunito, pensaci!! Quando mi avrà ucciso, sarai tu il suo prossimo obbiettivo! E non fare il cretino! Le tue mani sono sporche come le mie! E forse anche di più! (Salvatore Valestra)

Dialoghi[modifica]

  • Fantasma: Chuckie Sol.
    Chuckie Sol: Batman!! Come hai fatto ad arrivare qui?! [cerca di ucciderlo, sparando, senza riuscire, scaricando la sua pistola]
    Fantasma [riemergendo nell'ombra del fumo]: Il tuo angelo della morte ti aspetta.
    Chuckie Sol: Tu non sei Batman! [cerca di colpire il Fantasma con una pistola scarica, ma lo ferma con la lama uncino] Chi… Chi sei?! Cosa vuoi?!?
    Fantasma: Voglio te, Chuckie Sol.
  • Arthur Reeves: Questo è davvero troppo! Non può continuare a farsi giustizia da sé, e noi non possiamo permettergli di passare il limite della tollerabilità!
    James Gordon: Mi scusi ma non possiamo biasimare Batman per ciò che è accaduto a Chuckie Sol!
    Arthur Reeves: Perché no?! E' un individuo irresponsabile, consigliere! E lo dimostra il fatto che persino alcuni membri del corpo di polizia ritengono che sia più pericoloso degli stessi banditi che assicura alla giustizia! Per il bene della città, dobbiamo liberarci di questo pazzo megalomane una volta per tutte!! [nella Batcaverna Alfred spegne il monitor su cui lo stava guardando]
    Alfred: Sono esterrefatto. A mio avviso il pazzo megalomane è lui. Comunque le ho stirato il mantello e ho ricaricato le mine di gas esplosivo.
    Bruce Wayne/Batman: Bene, ti ringrazio, Alfred.
  • Fantasma: Buzz Bronski, il tuo angelo della morte ti aspetta.
    Buzz Bronski: Vattene, mostro maledetto!!
  • [Nel flashback]
    Bruce Wayne [parlando alla tomba dei suoi genitori sotto la pioggia]: Non ho dimenticato la mia promessa. E vi giuro che farei qualsiasi cosa per non deludervi, ma… ormai il tempo è passato e la ferita nel mio cuore ha iniziato a rimarginarsi. Riuscite a capirmi? Donerò del denaro alla città per assumere altri poliziotti. Saranno loro a farsi carico dei rischi e a combattere la criminalità. Vi prego. Ho il diritto anch'io di vivere la mia vita. Quando vi ho fatto quella promessa non potevo immaginare che mi sarei innamorato... e che sarei stato così felice. Vi scongiuro. Datemi la vostra approvazione.
    Andrea Beaumont: Forse te l'hanno già data. Forse è merito loro... se ci siamo incontrati. [si abbracciano]
  • Batman: Tu credi davvero di conoscermi come un libro aperto?!
    Alfred: Ha forse dimenticato che ero io a cambiarle i pannolini, "signore"?
  • Batman: Segui ancora gli ordini di tuo padre?
    Andrea Beaumont: Veramente l'unica persona in questa stanza che è controllata dai suoi genitori sei tu.
  • Fantasma: Sal Valestra, il tuo angelo della morte ti aspetta. [sposta il giornale per ucciderlo ma scopre con orrore il cadavere di Sal Valestra che è già stato ucciso dal Joker con un ghigno inquietante, e ha addosso una telecamera]
    Joker [nella telecamera, ride]: Ti è piaciuto lo scherzetto?! Tu non sei Batman! E a giudicare da quello che vedo sei nuovo qui a Gotham City! Comunque fra poco tutti sapranno chi sei! Appena avranno rimesso insieme le tue gambe, le tue braccia e il tuo bel faccino!!! [continua a ridere, il Fantasma fugge appena in tempo mentre la villa di Sal Valestra esplode]
  • Fantasma: Vattene! Sono affari che non ti riguardano!
    Batman: Questi omicidi devono finire! [iniziano a combattersi]
  • [Batman interroga Reeves, avvelenato dal gas esilarante del Joker]
    Arthur Reeves [scoppiando a ridere]: Maledizione! È la fine!
    Batman: Perché il Joker è venuto a trovarti? Voleva parlarti di quegli omicidi, vero? Crede che anche tu sia coinvolto. Perché?!
    Arthur Reeves [cercando di fermare le risate]: Non lo so… [Batman lo afferra per il colletto]
    Batman: Questa risposta non mi soddisfa.
    Arthur Reeves [spaventato, cerca di controllarsi]: Ecco, vedi… Beaumont mi chiese di aiutarlo quando lui e sua figlia dovettero fuggire… e poi ci tenemmo in contatto…
    Batman: Quando è stata l'ultima volta che l'hai sentito?
    Arthur Reeves: Diversi anni fa quando mi presentai per la prima volta alle elezioni. Ero a corto di soldi ed era la mia ultima speranza… [ricominciando a ridere] Ma lui rifiutò!
    Batman: E così ti sei venduto a quei banditi!
    Arthur Reeves [scoppiando a ridere]: Ero sul lastrico, e loro mi dissero che volevano solo riavere ciò che gli spettava!! [ride istericamente senza controllo e Batman se ne va disgustato]
  • Fantasma: Joker, il tuo angelo della morte ti aspetta.
    Joker: Sono letteralmente allibito, ragazza mia. Sei più dura da uccidere di uno scarafaggio gonfiato di steroidi!
    Fantasma: Allora l'avevi capito. [il Fantasma si toglie la maschera rivelando di essere Andrea Beaumont]
    Joker: Ottima messa in scena, devo ammetterlo! Quel costume è un po' da guitto ma detto da me sembra... una barzelletta!
  • Andrea Beaumont: Come mai non ridi più, Joker? Credevo che tu trovassi la morte divertente!
    Joker: Ti sbagli, mia cara... Non sono io che sto per morire!
  • Batman: Tuo padre è morto, vero? Sei tornata di nascosto per uccidere Chuckie Sol, e per far ricadere la colpa su tuo padre.
    Andrea Beaumont: Mi hanno portato via tutto, Bruce. Mio padre, la mia vita… e te. Lo so che la vendetta non serve a niente ma non mi era rimasto altro da fare… E andrò fino in fondo, con o senza il tuo aiuto!
    Batman: Non posso permetterlo, Andrea!
    Andrea Beaumont: Avremmo potuto essere felici insieme ma loro hanno distrutto tutto! E ora devono pagare!
    Batman: Ma l'hai appena detto: la vendetta non serve a niente.
    Andrea Beaumont: E allora perché hai intrapreso la lotta contro il crimine, Bruce?!
    Batman: Vattene, Andrea. Subito. Fallo per me.
  • Joker: Ma sei pazzo!? Questo propulsore è l'unica via di salvezza! Se lo sganci moriremo tutti e due!!
    Batman: Non ti lascerò a fuggire!
  • Joker: Per la prima volta nella mia vita non trovo niente di divertente. [vede di nuovo Andrea] Oh-oh. [Andrea lo afferra per il colletto] D'accordo... Bellezza, mi arrendo. Ormai tutti noi non abbiamo più scampo. Diglielo Batman!
    Batman: Andrea, vattene via! Cerca di metterti in salvo! Questo parco è pieno di esplosivo! Sta per saltare!!
    Andrea Beaumont: No! Voglio portare a termine la mia vendetta. Addio, amore mio. [la bomba esplode]
    Batman: Andrea!!!
  • Bruce Wayne [parlando tristemente di Andrea]: Non sono riuscito a salvarla.
    Alfred: Io penso che la signorina non lo volesse. Purtroppo la vendetta offusca la mente, signore. In tutti questi anni ho temuto che potesse offuscare anche la sua. Il rischio era in agguato ogni notte, ma fortunatamente i miei timori non erano fondati. La signorina però era caduta in questa perversa spirale. E nessuno, neanche lei signore, poteva salvarla.

Explicit[modifica]

Uomo: Bella nottata.
Andrea Beaumont: Già.
Uomo: Non volevo disturbarla, signorina. Forse preferisce restare sola?
Andrea Beaumont: Sono già sola.

Altri progetti[modifica]