Mondo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Planisfero, Rumold Mercator, 1587

Citazioni sul mondo.

  • Afoso vento notturno negli alberi, scura zigana, | mondo ricolmo di nostalgia pazza e profumo di poesia, | mondo splendente, di cui sono schiavo eternamente, | dove a me guizzano i tuoi bagliori, dove riecheggia per me la tua voce. (Hermann Hesse)
  • Amaro e noia | La vita, altro mai nulla; e fango è il mondo. (Giacomo Leopardi)
  • Amico, il Mondo tutto è pien di guai: | Terra è facile cangiar, ma non ventura. (Scipione Maffei)
  • Chi sa capire come il mondo va, non se la passerà male. (Władysław Reymont)
  • Crede in un mondo più giusto e più vero: | Michele 'o pazzo è pazzo davvero! (Rino Gaetano)
  • Dio non intende che si prenda il mondo alla lettera: il mondo è un'immagine, un'analogia, un modo di dire del quale egli deve servirsi per un motivo qualunque, e naturalmente è sempre approssimativo; non dobbiamo prenderlo in parola, tocca a noi stessi trovare lo scioglimento del quesito ch'egli ci impone. (Robert Musil)
  • Distruggono il mondo | In pezzi | Distruggono il mondo | A colpi di martello | Ma non mi importa | Non mi importa davvero | Ne rimane abbastanza per me | Ne rimane abbastanza | Basta che io ami | Una piuma azzurra | Una pista di sabbia | Un uccello pauroso | Basta che io ami | Un filo d'erba sottile | Una goccia di rigiada | Un grillo di bosco | Possono rompere il mondo | In frantumi | Ne rimane abbastanza per me [...]. (Boris Vian)
  • E al mondo sono andato, | dal mondo son tornato sempre vivo... (Francesco Guccini)
  • È puerile domandarsi dove vanno le cose e i mondi. In nessun luogo vanno: sono arrivati. (Maurice Maeterlinck)
  • Esistono due mondi e questo nostro mondo si cruccia nelle contraddizioni se non vive delle energie dell'altro mondo. (Pavel Aleksandrovič Florenskij)
  • Ho imparato che il mondo possiede un'Anima, e chi riesce a comprendere quest'Anima riuscirà a comprendere il linguaggio delle cose. Ho appreso che tanti alchimisti hanno vissuto la propria Leggenda Personale e hanno finito per scoprire l'Anima del Mondo, la Pietra Filosofale e l'Elisir. Ma, soprattutto, ho appreso che queste cose sono talmente semplici da poter essere scritte su uno smeraldo. (Paulo Coelho)
  • Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo, | ci cammino, lo respiro, la mia vita è sempre intorno. (Cesare Cremonini)
  • Il Creatore ci ha dato delle anime grandi quanto il mondo intero, che però non si saziano nemmeno con un mondo. (Francesco Bacone)
  • Il modo migliore per cercare di capire il mondo è vederlo dal maggior numero possibile di angolazioni. (Ari Kiev)
  • Il mondo all'infuori della sua relazione con l'attività umana non è mondo. (John Dewey)
  • Il mondo appartiene a chi lo rende migliore. (Ermes Ronchi)
  • Il mondo assorto nei particolari, ha bisogno di universali. (Andrea Rossi)
  • Il mondo degli esseri viventi è un solo organismo. La stessa vita generale di questo organismo non è Dio, ma è solo una delle Sue manifestazioni, come il nostro pianeta è una parte del sistema solare che a sua volta fa parte di un altro sistema più grande e così via. (Lev Tolstoj)
  • Il mondo deve diventare carne; l'anima ha sete. (Henry Miller)
  • Il mondo di oggi è malato fino al midollo delle ossa della mancanza di cose elementari: di un fuoco a portata di mano, di acqua che sgorga dalla terra, di aria e della stessa cara terra sotto i piedi. (Henry Beston)
  • Il mondo è certamente una macchina meravigliosa; esiste quindi nel mondo un'intelligenza meravigliosa, in qualunque parte essa sia. (Voltaire)
  • Il mondo è come un contadino ubriaco; non si fa tempo ad aiutarlo a montare in sella da una parte, che subito cade dall'altra. (Martin Lutero)
  • Il mondo è diventato così povero che i suoi antichi tesori dello spirito gli sono necessari. Ha preso l'abitudine di pensare a gruppi, a classi, a masse; e la civiltà sta crollando sotto il peso di quest'errore. (Charles Morgan)
  • Il mondo è eterno, ma le sue singole parti non sono sempre uguali. (Seneca)
  • Il mondo è forse solo un enorme scherzo che Dio ha fatto all'uomo. (Eugène Ionesco)
  • Il mondo è la totalità dei fatti, non delle cose. (Ludwig Wittgenstein)
  • «Il mondo è mia rappresentazione»: — questa è una verità che vale in rapporto a ciascun essere vivente e conoscente, sebbene l'uomo soltanto sia capace d'accoglierla nella riflessa, astratta coscienza: e s'egli veramente fa questo, con ciò è penetrata in lui la meditazione filosofica. (Arthur Schopenhauer)
  • Il mondo è pieno di brave persone! Quando si è onesti e si lavora, si è sempre ricompensati. (Émile Zola)
  • Il mondo è retto da Dio, non da Nerone. (Henryk Sienkiewicz)
  • Il mondo è un bel posto e per esso vale la pena di lottare. (Ernest Hemingway)
  • Il mondo è una giungla piena di animali da preda: cerca di mangiare più in fretta degli altri. (Erica Jong)
  • Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento. (Karl Kraus)
  • Il mondo ha come sostegno la saggezza, è fondato sulla saggezza. (Aitareya Upaniṣad)
  • Il mondo ha un bell'invecchiare: non cambia. Può darsi che l'individuo si perfezioni, ma la moltitudine dell'umanità non diventa né migliore né peggiore. (Denis Diderot)
  • Il mondo lotta per il benessere, la Chiesa lotta per la salvezza, anche se tutti e due lavorano insieme per il superamento della miseria. (Hans Urs von Balthasar)
  • Il mondo mi sembrò l'opera di un dio sofferente e torturato [..] Il creatore non voleva guardare se stesso – e allora creò il mondo. (Friedrich Nietzsche)
  • Il mondo non è che una scuola di ricerca. (Michel de Montaigne)
  • Il mondo […] non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale. (Marcel Proust)
  • Il mondo non è una casa d'affitto a Brighton che si debba lasciare perché è miserabile: è il castello di famiglia, con la bandiera sventolante sul torrione, e più è miserabile meno dobbiamo abbandonarlo. La questione non è di sapere se il mondo è troppo triste per essere amato o troppo lieto per non essere; la questione è che quando si ama una cosa, la sua letizia è una ragione per amarla di più. (Gilbert Keith Chesterton)
  • Il mondo non è uno spettacolo, ma un campo di battaglia. (Giuseppe Mazzini)
  • Il mondo non ha bisogno di te, non aspetta te. Il mondo fa a meno di chiunque. (Raul Montanari)
  • Il mondo oggi è pieno di cose che si muovono e mutano continuamente, partendo ogni giorno verso qualche avvenire; ma poche custodiscono il senso innato di una rete che avvolga il mondo e che nessuno potrà mai sopprimere. (Claudio Marabini)
  • Il mondo ridotto a mercato (il "monoteismo del mercato", secondo la corretta formulazione di Roger Garaudy) è appunto un mondo insensato, del tutto abbandonato da Dio, al di là del fatto che stuoli di dignitari religiosi siano spesso presenti alle cerimonie pubbliche in cui troneggiano i capi economici, politici e soprattutto militari del pianeta. (Costanzo Preve)
  • Il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere. (Carlo Goldoni)
  • Il mondo si troverà sempre nel disordine e nell'ignoranza, dal momento che i dotti non ne costituiscono tutt'al più che la centesima parte. (Giacomo Casanova)
  • Il mondo, smarrito a causa degli stratagemmi d'un insegnamento negatore dello spirito, a causa di esempi e di ragionamenti falsi, non sa più quale è la differenza tra sapere e ignoranza. (Maitrī Upaniṣad)
  • Il mondo sta diventando così delicato, che d'ora in poi non lo si oserà toccare che con guanti di velluto e non si potranno curare le sue piaghe se non con impacchi di cipolla; ma che cosa importa purché gli uomini vengano guariti ed alla fine vengano salvati? (Francesco di Sales)
  • Il mondo va da sé. (Vittorio Fossombroni)
  • In questo mondo quotidiano, | che somiglia tanto al libro delle Mille e Una Notte, | non c'è un solo gesto che non corra il rischio | di essere un'operazione di magia, | non c'è un solo fatto che non possa essere il primo | di una serie infinita. | Mi domando che ombre getteranno | questi oziosi versi. (Jorge Luis Borges)
  • In un giorno come oggi capisco quel che vi ho già ripetuto cento volte: che non c'è niente di sbagliato al mondo. Quel che è sbagliato è il nostro modo di guardarlo. (Henry Miller)
  • In un mondo come il nostro, inaridito, agitato, maniaco, è necessario mettere olio d'amore sugli ingranaggi dei rapporti sociali e formare nuclei di pensiero e di resistenza morale, per non essere travolti. (Carlo Gnocchi)
  • Incontrai il mondo e mi parve che tutto sommato non fosse più così malvagio. Forse le cose che mi avevano urtato, prima di lasciarlo, erano i miei difetti che proiettavo su di esso. (Thomas Merton)
  • Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte. (William Shakespeare)
  • L'ordine del mondo, l'ordine biologico del mondo è atroce poiché provoca un'immensa carneficina dove le specie si divorano tra loro e dove la vita ha sempre come condizione la morte. (Maurice Zundel)
  • L'uomo non ha creato il cosmo, per cui esso gli rimane impenetrabile nella sua ultima profondità. (Papa Benedetto XVI)
  • La risolutezza dei cristiani nel trovare il mondo brutto e cattivo ha reso il mondo brutto e cattivo. (Friedrich Nietzsche)
  • La vera menzogna è dire che il mondo è una lastra opaca, al di sotto della quale non vi può essere che frustrazione e disgusto. (Emanuele Samek Lodovici)
  • Mi è stato più facile pensare un mondo senza creatore, che un creatore pieno di tutte le contraddizioni del mondo. (Simone de Beauvoir)
  • Nella lotta fra te e il mondo vedi di secondare il mondo. (Franz Kafka)
  • No, questo mondo non è una finzione, non è solo la valle di prova e di passaggio a un mondo migliore e eterno, ma è uno dei mondi eterni, bellissimo e gioiso, e che noi non solo possiamo, ma dobbiamo fare più bello e più gioioso per chi ci vive con noi e per chi ci vivrà dopo di noi. (Lev Tolstoj)
  • Noi affermiamo che la magnificenza del mondo si è arricchita di una bellezza nuova: la bellezza della velocità. (Filippo Tommaso Marinetti)
  • Noi non siamo nati per morire. Ma per vivere anche nell'umanità. Nessuno è eterno quaggiù, ma ognuno di noi concorre, sia pure in minima parte, al progresso del mondo. (Nino Salvaneschi)
  • Noi viviamo in un mondo di melma | dove ogni mattina è una salma. (Rino Gaetano)
  • Non credo più che si possa migliorare qualcosa nel mondo esterno senza aver prima fatto la nostra parte dentro di noi. (Etty Hillesum)
  • Non si tratta di cambiare il mondo. Si tratta di fare del nostro meglio per lasciarlo... così com'è. (Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots)
  • Perché il mondo io non lo considero come un ostello, ma un ospedale; non un posto per vivere ma per morire. (Thomas Browne)
  • Più giro il mondo e meno mi piace. (Francesco Petrarca)
  • Questo mondo è coperto di tenebre, pochi vi possono veder chiaro: raro è chi si alza in volo verso il cielo come un uccello sfuggito dalla rete. (Gautama Buddha)
  • Questo mondo perciò, Tu lo sai bene, nasce da un'immaginazione, è irreale; e, non prodotto, neppure è distrutto. (Nāgārjuna)
  • Questo mondo sensibile […] è quasi un libro scritto dal dito di Dio, cioè creato dalla virtù divina, e le singole creature sono come figure, non inventate dall'arbitrio dell'uomo, ma istituite dalla volontà divina per manifestare la sapienza invisibile di Dio. (Ugo di San Vittore)
  • Questo triste mondo, che veste chi è vestito e spoglia gli ignudi. (Pedro Calderón de la Barca)
  • Rifiuto l'idea di dividere il mondo fra animato e inanimato. Per me tutto è vivo. L'uomo non è al centro dell'universo, un animale o un albero possono insegnarmi molto di più sul rispetto degli altri. E anche sulla solidarietà. (Salvatore Sciarrino)
  • Sarai mondo se monderai lo mondo. (L'armata Brancaleone)
  • Se il mondo fosse non vuoto, non si potrebbe né ottenere ciò che non si possiede già, né mettere fine al dolore, né eliminare tutte le passioni. (Nāgārjuna)
  • Se per noi fosse così facile salire più in alto, non sentiremmo il mondo come qualcosa di più grande e di immenso; dobbiamo essere continuamente respinti e schiacciati un poco per notare quanto grande sia la grandezza del grande universo; e come tale grandezza non si possa mai misurare fino in fondo. (Paul Scheerbart)
  • Secondo queste scuole [dello shivaismo kashmiro] il mondo è identico a Dio: tutto ciò che è accaduto, accade ed accadrà, tutte le possibili esperienze e forme sono soltanto manifestazioni (abhasa) di Dio, o sue emanazioni. Ciò che è od appare, in altre parole, è l'evolversi della coscienza divina nel suo mai interrotto processo di stasi, di risveglio, di piena coscienza, di torpore e di sonno. (Giuseppe Tucci)
  • Si tutti fussero signori, non sarebbono signori: cossì, se tutti saggi, non sarebbono saggi, e se tutti pazzi, non sarebbono pazzi. Il mondo sta bene come sta. (Giordano Bruno)
  • Stupidità e perfidia a contemplare! Ecco su che si volge il mondo! (Michail Jurevič Lermontov)
  • «Tutto il mondo è un palcoscenico.» È vero. Il mondo è un palcoscenico e gli uomini sono attori, ma alcuni devono essere anche spettatori. E questi ultimi sono quelli più dotati di ricchezza interiore. (Jacques Tati)
  • Tutto il mondo è una perpetua tempesta in cui perdi via via le persone che ami. (William Shakespeare)
  • Un uomo che conosce bene la bellezza di un bosco in primavera, la bellezza dei fiori, la meravigliosa complessità di una qualche specie animale, è impossibile che dubiti sul senso del mondo. (Konrad Lorenz)
  • Vi sono caratteri che credono di poter trionfare del mondo ed impossessarsene, e vi sono invece altre poche ma nobilissime anime che preferiscono rinunciarvi e distaccarsene. (Ludwig Achim von Arnim)
  • Vivere insieme nel mondo significa essenzialmente che esiste un mondo di cose tra coloro che lo hanno in comune, come un tavolo è posto tra quelli che vi siedono intorno. (Hannah Arendt)
  • Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo! (Gesù)

Tommaso Campanella[modifica]

  • Dicono che è gran dubbio sapere se 'l mondo fu fatto di nulla o delle rovine d'altri mondi o del caos; ma par verisimile che sia fatto, anzi certo.
  • Gabbia de' matti è il mondo.
  • Il mondo è il libro, dove il senno eterno | scrisse i proprii concetti.

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • A questo mondo bisogna: o adattarsi, o arrabbiarsi, o disperarsi.
  • Buone parole e strette di mano sono la moneta del mondo.
  • Chi ambisce la stima del mondo, rischia di perdere quella di Dio.
  • Chi il mondo non vede, qual sia non crede.
  • Chi vuol vivere bene al mondo, tema Dio e se ne stia tranquillo.
  • Compra il mondo da venire con questo, e così li otterrai tutti e due.
  • Dai suoi gangheri il mondo ha tratto fuori: le donne, i cavalier, l'armi e gli amori.
  • Di quattro cose si ha sempre bisogno al mondo: acqua, fuoco, pane e denaro.
  • Favore, potere e denaro governano il mondo.
  • Il mondo è bello perché è vario.
  • Il mondo è bello, perché ognun si guida il suo cervello.
  • Il mondo è cieco e si lascia governare come un fanciullo.
  • Il mondo è come il mare, e vi affoga chi non sa nuotare.
  • Il mondo è di chi lo sa canzonare. (proverbio toscano)
  • Il mondo è sempre andato come or va e press'a poco così sempre andrà.
  • Il mondo è sempre mezzo da vendere e mezzo da impegnare.
  • Il mondo è un gran libro, di cui quelli che stanno a casa non leggono che una pagina.
  • Il mondo è un libro che serve soltanto a chi vi sa leggere.
  • Il mondo sarebbe buono se gli uomini valessero qualche cosa.
  • Il mondo sta con tre cose: fare, disfare e dare ad intendere.
  • Il mondo va da sé.
  • Il sì e il no governano il mondo.
  • Non si porta seco all'altro mondo se non il bene che si è fatto.
  • Nel mondo c'è da vivere per tutti.
  • Oggi male, domani bene, piglia il mondo come viene.
  • Prendi il mondo com'è, e non come dovrebbe essere.
  • Quattro cose rovinano il mondo: opinione, forza, denaro e pazzia.
  • Questa ruota sempre gira, chi sta lieto e chi sospira.
  • Questo mondo è fatto a scale, chi le scende e chi le sale.
  • Questo mondo è fatto a scarpette; chi se le lava e chi se le mette.
  • Tre cose sorreggono il mondo: credito, carta e denaro.
  • Tutto il mondo è paese.
  • Umani rispetti, sospetti e dispetti rovinano il mondo.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]