Differenze tra le versioni di "Aldo Busi"

Jump to navigation Jump to search
Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
m
+wikilink
m (+wikilink)
m (+wikilink)
*Il [[gatto]] si è rassegnato, ha digrignato i denti come a farle paura e a indurla a scappare, ma la ratta niente, non si è mossa dalla sua tegola, dal suo faccia a faccia conquistato con i sudori della morte; svogliato, lui ha allungato la prima zampa e poi la seconda e l'ha attirata a sé nel suo indolente abbraccio, hanno fatto anche un paio di giri e capriole e forse, per un istante, le loro lingue così profondamente diverse e aliene si sono fuse in una sola e, senza per questo che lui smettesse di pulirsi le fauci dell'ultimo sangue preso e profferto, si saranno chiariti una volta per sempre traducendo lo squittio in miagolio e il miagolio in squittio, in una specie di esperanto dell'inconfessabile. (p. 19)
*Posso barare all'infinito per la vanagloria della Verità, ma so che non riuscirò mai a sedurre la mia parte di cenere, a plagiarla perché ritorni carne della mia carne: in questo istante sono vivo, è la sola verità possibile, eppure ci sono tanti modi per essere vivo e non esserlo, e ecco che sarei già stato fregato anche da questa Verità se non sto in guardia contro la tentazione di farne un'abitudine, una garanzia per vegetare senza più esserne consapevole. (p. 35)
*C'è qualcuno che sappia fino in fondo perché [[parlare|parla]] come parla e che mi spieghi perché poi si lamenta se capisce solo quel che vuole? Mi auguro che tu, che leggi, qui stia leggendo me e non quello che ci hai messo di tuo: mettitelo da qualche altra parte, ma non qui!. (p. 43)
*Per arrivare alla [[stupidità]] di un altro bisogna partire dalla propria, e qui, in questa cerchia di velleitari ''creativi'' ma di ruolo statale o partitico sicuro che non è il caso di mettere a repentaglio, nessuno è disposto a considerarsi stupido, non dico ideologicamente, ché questo è impensabile, ma emozionalmente stupido e quindi semplicemente umano. (p. 69)
*Quando uno non ha un mestiere, si crea un [[destino]]. (p. 96)
*Chi condivide una [[vita]] a due nello stesso appartamento, sappia che presto l'unico ''trait d'union'' sarà l'amministratore dello stabile.
*Non accontentatevi della [[felicità]], aspirate alla [[serenità]].
*Se [[parolaparlare|parlate]] davvero per dire, imparerete a tacere un po' di tutto.
*Non è successo niente in televisione, è successo tutto a voi!
*Non esiste la [[Natura]], né quella dei Padri della Chiesa, né quella di Darwin, né quella del calzaturificio Valleverde, né quella del Mulino Bianco: esisti tu, pirla!

Menu di navigazione