Parola

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Parole)

Citazioni sulla parola e sul parlare.

Citazioni[modifica]

  • Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. (V per Vendetta)
  • Ammettendo che qualche cosa di nuovo venga detta ogni anno, oppure ogni secolo o a intervalli anche maggiori, si può tuttavia dimostrare che alla fine, se il genere umano sussisterà, verrà necessariamente un momento in cui nulla potrà più dirsi che, parola per parola, non sia già stato detto. (Gottfried Wilhelm von Leibniz)
  • Ascoltate il linguaggio del futuro. La parola scomparirà del tutto ed è così che si parleranno gli esseri umani! (Anaïs Nin)
  • Credevi che quelle fossero le parole, quei suoni deliziosi usciti dalle bocche dei tuoi amici? | No, le vere parole sono ben più deliziose di quelle. || I corpi umani sono parole, miriadi di parole. (Walt Whitman)
  • E a cosa serve parlare, se già sai che gli altri non provano ciò che provi tu? (Louise Bourgeois)
  • È difficilissimo parlare molto senza dire qualcosa di troppo. (Luigi XIV di Francia)
  • Chatta pure perché parlare è più difficile! (Caparezza)
  • Chi ha troppe parole non può che essere solo. (Elias Canetti)
  • Chi molto dice – pensa poco. (Carlo Dossi)
  • Chi sa parlare sa anche quando è il momento di parlare. (Archidamida)
  • Chi sa parlare sottovoce viene ascoltato. (Siegfried Lenz)
  • Chi saprà mai veramente quanto più che ogni gesto possa turbar nel profondo una sola parola? (Carlo Maria Franzero)
  • Colui che potendo dire una cosa in dieci parole ne impiega dodici, io lo ritengo capace delle peggiori azioni. (Giosuè Carducci)
  • Credo fermamente che la parola sia non soltanto il mezzo di espressione, ma una parte del pensiero stesso. La parola è il più puro mezzo dell'arte. (Carlo Maria Franzero)
  • Dice un proverbio arabo che ogni parola, prima di essere pronunciata, dovrebbe passare da tre porte. Sull'arco della prima porta dovrebbe esserci scritto: " È vera?" Sulla seconda campeggiare la domanda: " È necessaria?" Sulla terza essere scolpita l'ultima richiesta: "È gentile?" Una parola giusta può superare le tre barriere e raggiungere il destinatario con il suo significato piccolo o grande. Nel mondo di oggi, dove le parole inutili si sprecano, occorrerebbero cento porte, molte delle quali rimarrebbero sicuramente chiuse. (Romano Battaglia)
  • Diffidate delle parole, soprattutto quelle parole che possono avere parecchi significati. (citato da Enzo Fimiani, I linguaggi politici del fascismo al tempo dei plebisciti, in Maurizio Ridolfi (ed.), Propaganda e comunicazione politica, Paravia – Bruno Mondadori 2004, p. 189)
  • Discorso: la parola in abito da cerimonia. (Michel Zamacoïs)
  • Dobbiamo usare parole che tutti capiscono e usarle nel modo in cui sono sempre state utilizzate e comprese. (Jeffrey Moussaieff Masson)
  • Dopo circa quaranta secoli di civiltà orale la Parola è una moneta inflazionata. (Jean Guitton)
  • Due amici in silenzio a volte dicono di più che con mille parole. (Sergio Bambarén)
  • «[...] è certo che un uomo lo si comprende assai meglio dagli occhi che non dalle parole...» (Robert Musil)
  • È impossibile alla parola umana ridire cose che il cuore può appena intuire. (Teresa di Lisieux)
  • È sempre necessario misurare le proprie parole con il contesto (fatto di spazio e di tempo) nel quale queste parole vengono dette. (Luca Doninelli)
  • Essa parola scritta non risponde più al bisogno dell'informazione totale. È stata inghiottita dall'immagine. (Marshall McLuhan)
  • Fresche le mie parole ne la sera | ti sien come il fruscìo che fan le foglie | del gelso ne la man di chi le coglie. (Gabriele d'Annunzio, La sera fiesolana)
  • Für euch ist das Wort ... Explosion, | das euer Schweigen zerbricht! | Drum hütet das Wort,| verplempert es nicht! | Seid hart! Seid klar! | Jedes Wort ist Gefahr! | Denn Wort ist Waffe!
Per voi la parola è .... Esplosione, | che distrugge il vostro silenzio! | perciò custodite la parola, non sprecatela! | Siate duri, siate chiari! | Ogni parola è un pericolo! | Poiché la parola è un'arma! (Friedrich Wolf, [1]da: Kust ist Waffe [L'arte è un'arma])
  • Il comune parlare è recitazione di mantra. (Vasugupta)
  • Il mio trastullo ormai son solo le parole! (Vladimir Vladimirovič Nabokov)
  • Il vero contatto fra gli esseri si stabilisce solo con la presenza muta, con l'apparente non-comunicazione, con lo scambio misterioso e senza parole che assomiglia alla preghiera interiore. (Emil Cioran)
  • La lingua è una geniale convenzione, le parole significano qualcosa solo perché siamo tutti d'accordo che ciò debbano significare. (Corrado Augias)
  • La parola e il silenzio. Ci si sente più al sicuro vicino a un pazzo che parla, che a un pazzo incapace di aprire bocca. (Emil Cioran)
  • La parola è impotente, la parola non riuscirà mai a dare il segreto che è in noi, mai. Lo avvicina. (Giuseppe Ungaretti)
  • La parola è l'ombra dell'azione. (Democrito)
  • La parola è la luce dell'umanità, e la luce è la parola della natura: Nel ciel manda la luce, e la parola | Sul labbro dei mortali. (Giovan Battista Niccolini)
  • La parola spesso è più importante di chi la pronuncia. (Caparezza)
  • La parola è un'ala del silenzio. (Pablo Neruda)
  • La parola è un bel dono; ma non rende la ricchezza del nostro interno; è un riflesso smorto e tiepidissimo del sentimento, e sta alla sensazione come un sole dipinto al sole della natura. (Carlo Bini)
  • La parola è d'oro. Il silenzio è d'argento. Ma è la faccia che si aggiudica il bronzo. (Alfredo Accatino)
  • La parola sia non il serbatoio del senso, ma il suo corpo vivente. (Friedrich Julius Stahl)
  • La struttura della parola è che il soggetto riceve il suo messaggio dall'altro in forma inversa. (Jacques Lacan)
  • Le parole devono essere proporzionate all'argomento che si affronta. (Labota)
  • Le parole feriscono, oppure leniscono, dovremmo tutti imparare a usarle meglio. (Paolo Crepet)
  • Le parole suonano sempre uguali non importa la bocca da cui escono, anche se è di qualcuno che ti piaceva davvero. (Scrubs - Medici ai primi ferri)
  • Le belle parole sono migliori dei brutti colpi. (William Shakespeare)
  • Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, perché le parole le immiseriscono. Le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. Ma è più che questo, vero? Le cose più importanti giacciono troppo vicine al punto dov'è sepolto il vostro cuore segreto, come segnali lasciati per ritrovare un tesoro che i vostri nemici sarebbero felicissimi di portar via. E potreste fare rivelazioni che vi costano per poi scoprire che la gente vi guarda strano, senza capire affatto quello che avete detto, senza capire perché vi sembrava tanto importante da piangere quasi quando lo dicevate. Questa è la cosa peggiore, secondo me. Quando il segreto rimane chiuso dentro non per mancanza di uno che lo racconti ma per mancanza di un orecchio che sappia ascoltare. (Stephen King)
  • Le ferite guariscono le parole lasciano il segno. (Isaac Bashevis Singer)
  • Le mie parole sono sassi, precisi e aguzzi pronti da scagliare su facce vulnerabili e indifese; sono nuvole sospese, gonfie di sottintesi che accendono negli occhi infinite attese; sono gocce preziose, indimenticate, a lungo spasimate, poi centellinate. (Samuele Bersani)
  • Le nostre parole si disperdono. | Le nostre parole viaggiano | per trovare coloro che ascolteranno. (Enya)
  • Le parole che escono dal cuore, giungono al cuore. (Talmud)
  • Le parole della nostra lingua si staccano dall'albero della conoscenza, si seccano, cadono. E noi zombie le rastrelliamo, le teniamo aperte sulle palme delle mani, ci soffiamo sopra, le lucidiamo, e le riappendiamo all'albero della lingua nostra e del sapere. (Diego Cugia)
  • Le parole false non sono solo male in se stesse, ma infettano l'anima con il male. (Platone)
  • Le parole fanno un effetto in bocca, e un altro negli orecchi. (Alessandro Manzoni, da I promessi sposi)
  • Le parole hanno vita più lunga delle azioni. (Pindaro)
  • Le parole non definite posseggono un fascino che manca alle parole il cui significato è chiaro. (Gaetano Salvemini)
  • Le parole sono azioni. (Ludwig Wittgenstein)
  • Le parole sono per i pensieri quel che è l'oro per i diamanti: necessario per metterli in opera, ma ce ne vuol poco. (Voltaire)
  • Le parole sono pietre, ha scritto Carlo Levi. Ecco, eravamo sicuri che le parolacce fossero più che pietre semplicemente tabù per tre o quattro cariche istituzionali tenute (per missione) a controllare l' equilibrio nervoso (e verbale): il Papa, il presidente della Repubblica e pochi altri, intendiamoci. Esattamente come un figlio non vorrebbe mai sentir bestemmiare suo padre. (Paolo Di Stefano)
  • Le parole vere non sono piacevoli. Le parole piacevoli non sono vere. (Laozi)
  • Le parole: scrigni che raccolgono una realtà isolata e la trasformano in un momento da antologia; maghi che mutano la faccia della realtà, la impreziosiscono al punto da renderla memorabile e le offrono un posto nella biblioteca dei ricordi. Ogni esistenza è tale grazie al rapporto osmotico fra parola ed evento, in cui la prima riveste il secondo con l'abito di gala. (Muriel Barbery)
  • Ma il guajo è che voi, caro mio, non saprete mai come si traduca in me quello che voi mi dite. Non avete parlato turco, no. Abbiamo usato, io e voi, la stessa lingua, le stesse parole. Ma che colpa abbiamo, io e voi, se le parole, per sé, sono vuote? Vuote, caro mio. E voi le riempite del senso vostro, ne dirmele; e io, nell'accoglierle, inevitabilmente, le riempio del senso mio. Abbiamo creduto d'intenderci; non ci siamo intesi affatto. (Luigi Pirandello, da Uno, Nessuno e Centomila)
  • Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio; poiché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato. (Gesù)
  • Molte sofferenze umane sono state causate dal fatto che troppi di noi non riescono a capire che le parole sono soltanto strumenti da usare e che la semplice presenza nel dizionario di una parola come «vivente» non implica necessariamente che questa si riferisca a qualcosa di definito nel mondo reale. (Richard Dawkins)
  • Nel contesto della nostra cultura verbosa è significativo osservare che i Padri del deserto ci dissuadono dall'usare troppe parole. (Henri Nouwen)
  • Ogni parola partecipa della infinità di Dio e [...] egli la può rendere accessibile in modo che le nostre parole la possano comunicare. (Adrienne von Speyr)
  • Parlare è anzitutto parlare ad altri. (Jacques Lacan)
  • Parlare oscuramente lo sa fare ognuno, ma chiaro pochissimi. (Galileo Galilei)
  • Per l'idea ci vuole la parola, senza la parola non c'è scambio, giusto un brulichio nella coscienza, come formiche sulla pelle. (Sándor Márai)
  • Per me la più piccola parola è circondata da acri ed acri di silenzio, e perfino quando riesco a fissare quella parola sulla pagina mi sembra della stessa natura di un miraggio, un granello di dubbio che scintilla nella sabbia. (Paul Auster)
  • Per ogni cosa ci sono due parole, una che ingrandisce e una che rimpicciolisce. (Robert Louis Stevenson)
  • Quanto può dirsi, si può dir chiaro; e su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere. (Ludwig Wittgenstein)
  • Quella Mente allora creò la Parola. Questa Parola, una volta creata, desiderò di divenire manifesta, più visibile, più fisica. Cercò un sé. Praticò una fervida concentrazione. Acquisì una sostanza. Essa era i trentaseimila fuochi del suo stesso sé, fatti della Parola, costituiti dalla Parola... con la Parola essi cantarono e con la Parola essi recitarono. Qualunque rito si compia nel sacrificio, qualunque rito sacrificale esista, esso è compiuto dalla sola Parola, come rappresentazione vocale, su fuochi composti di Parola, costituiti da Parola... (Śatapatha Brāhmaṇa)
  • Ricordiamoci che delle nostre parole dobbiamo rendere conto agli uomini. Ma dei nostri silenzi dobbiamo rendere conto a Dio! (Antonio Bello)
  • Rispettare la parola è la prima regola nella disciplina che può educare una persona alla maturità intellettuale, emotiva e morale.
    Rispettare la parola; usarla con estrema cura e incorruttibile amore per la verità, ecco una condizione perché maturino la società e la specie umana.
    Abusare della parola equivale a disprezzare l'essere umano. Mina i ponti, avvelena le fonti.
    Ci rimanda indietro nella lunga via dell'evoluzione umana.
    "Ma io vi dico che ogni parola infondata..." (Dag Hammarskjöld)
  • Sappiamo tutti, per esperienza, che le parole possono spesso servire da cortina fumogena per nascondere i pensieri. (Piero Angela)
  • Se è vero che chi gioca a palla impara contemporaneamente a lanciarla e a riceverla, nell'uso della parola invece il saperla accogliere bene precede il pronunciarla. (Plutarco)
  • Se parlate davvero per dire, imparerete a tacere un po' di tutto. (Aldo Busi)
  • Sii costante nel tuo intelletto, | e una sola sia la tua parola. | Sii pronto ad ascoltare | e lento nel dare la risposta. | Se sei a conoscenza di una cosa, rispondi al vicino, | altrimenti mettiti una mano sulla bocca. (Bibbia, Ecclesiastico)
  • Solo le parole valgono a fissare uno stato d'animo; esse sole sono un'arma sicura contro l'oblio. (Jan Struther)
  • Tre sono i mezzi per comunicare l'amore: parola, vista e tatto. Il più importante è la parola. Non saprai mai infatti quanto una persona ti ama se non te lo dice. (Fulton J. Sheen)
  • Ugualmente voi, mogli, state sottomesse ai vostri mariti perché, anche se alcuni si rifiutano di credere alla Parola, vengano dalla condotta delle mogli, senza bisogno di parole, conquistati considerando la vostra condotta casta e rispettosa. (Prima lettera di San Pietro)
  • Un migliaio di parole non lasciano un'impressione tanto profonda quanto una sola azione. (Henrik Ibsen)
  • Un primo piano valeva più di mille parole. (Un secolo di cinema - Viaggio nel cinema americano di Martin Scorsese)
  • Un'espressione vale quanto mille parole. (Scoprendo Forrester)
  • Una buona parola è spesso più utile d'una medicina. (Leo Baeck)
  • Una parola è morta quando vien detta, dicono alcuni. Io dico che comincia a vivere soltanto allora. (Emily Dickinson)
  • Voce dal sen sfuggita | poi richiamar non vale: | non si trattiene lo strale, | quando dall'arco uscì. (Pietro Metastasio)

Ezra Pound[modifica]

  • Il pensiero s'impernia sulla definizione delle parole.
  • Io credo più nelle cose che nelle parole.
  • Nessun uomo ha mai saputo abbastanza delle parole. I più grandi maestri sono stati contenti di usarne alcune in modo giusto.
  • Non usate alcuna parola superflua, alcun aggettivo che non riveli qualcosa.

Proverbi[modifica]

  • Una ferita di freccia si cicatrizza, una pianta stroncata dalla scure rifiorisce, ma la ferita di una mala parola non si rimargina. (Indiano)

Italiani[modifica]

  • A buon intenditor poche parole.
  • A chi parla poco, basta la metà del cervello.
  • Asino che raglia, mangia poco fieno.
  • Bisogna guardare non a quello che entra, ma a quello che esce.
  • Buone parole e mele marce non rompono la testa a nessuno.
  • Chi dice quel che vuole, ode quel che non vorrebbe.
  • Chi dice tutto e niente serba, può andar con l'altre bestie a pascer erba.
  • Chi molto parla e poco intende, per asino si vende.
  • Chi parla rado, è tenuto a grado.
  • Chi parla semina e non sa che; chi ode raccoglie, ed ha la scelta..
  • Chi poco sa, presto parla.
  • Chi ti parla d'altri, parla ad altri di te.
  • Chi vuol ben parlare, ci deve ben pensare.
  • Da una cattiva parola nacque spesso una grossa guerra.
  • Dice ogni linguaggio: chi troppo parla non è saggio.
  • È arte di parlare, il parlare a tempo.
  • È facile parlare, ma difficile parlare bene.
  • Fa più al savio una parola, che una predica allo stolto.
  • Gli uomini si conoscono al parlare, e le campane al suonare.
  • I saggi hanno la bocca nel cuore, e i matti il cuore in bocca.
  • Il ben detto è presto detto.
  • Il cattivo parlare fa cattivo sangue.
  • Il ferro ferisce il corpo, le parole, l'anima.
  • Il parlare vien da natura, e il tacere dall'intelletto.
  • Il savio si morde le labbra prima di parlare, l'insensato dopo aver parlato.
  • In tre cose consiste la qualità delle parole: nel gesto, nel suono e nel significato.
  • La bocca parla di quello che il cuore è pieno.
  • La parola eloquente colpisce il cuore.
  • Le belle parole danno anche peso al fumo.
  • Le belle parole giovano molto e costano poco.
  • Le buone parole ammansano un cattivo cuore.
  • Le buone parole ungono, quelle cattive pungono.
  • Le cattive parole non trovano buone orecchie.
  • Le cattive parole non trovano mai buona accoglienza.
  • Le dolci parole sopiscono l'ira.
  • Le parole bisogna, non solo contarle, ma pesare.
  • Le parole disoneste, vanno attorno come peste.
  • Meglio una parola prima, che due dopo.
  • Non c'è forza maggiore di quella della parola.
  • Non cercar chi è che parla, ma guarda che cosa dice.
  • Offende più una mala parola, che una spada.
  • Parla poco e ascolta assai che mai tu fallirai.
  • Parla, e imparerai a parlare.
  • Parlare dolce e poco è l'ornamento delle donne.
  • Parlare e riflettere non sempre camminano insieme.
  • Parlare onesto costa poco e val di più.
  • Parole d'asino non salgono in cielo.
  • Parole di bocca e pietra gettata, chi le raccoglie perde la giornata.
  • Poche parole e buon governo.
  • Poche parole e caldo di panno non fecero mai danno.
  • Poco mangiare e poco parlare non fece mai male.
  • Quel che non possono le parole, può spesso una lettera.
  • Quella è una buona parola, che un buon tacer migliora.
  • Troppo grattar cuoce, e troppo parlar nuoce.
  • Una parola a volte basta per consolarci un anno.
  • Una parola detta a tempo è come un pomo d'oro in piatto d'argento.
  • Una parola di consolazione è medicina per gli afflitti.
  • Una parola di troppo guasta i migliori affari.
  • Una parola mal detta va come una saetta.

Toscani[modifica]

  • Buone parole e cattivi fatti, ingannano savi e matti.
  • Contano più gli esempi che le parole.
  • Dà buone parole e friggi.
  • Dove son femmine e oche, non vi son parole poche.
  • Dove sta un pane, può stare una parola.
  • Le buone parole acconciano i mali fatti.
  • Le buone parole non rompono i denti.

Latini[modifica]

  • Nescit vox missa reverti (Orazio)
La voce [qui nel senso di parola], una volta emessa, non può più tornare indietro.

Note[modifica]

  1. Friedrich Wolf (1888 – 1953)Scrittore e poeta tedesco politicamente impegnato.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903
  • Deutsche Gedichte zwischen 1918 und 1933, a cura di Ingrid e Helmut Kreuzer, Ed. Philipp Reclam, Stoccarda, 1999, ISBN 3-15-009711-8

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]