Matrimonio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Nozze)
un matrimonio scozzese

Citazioni sul matrimonio e gli sposi.

Citazioni[modifica]

  • «Allorché un immortale» aggiunse il mio interlocutore, «si sposa con una immortale, il matrimonio viene disciolto, per una legge dello stato, quando il più giovane dei due coniugi ha raggiunto gli 80 anni; già che si ritiene giusto che un disgraziato, costretto a campare, senza suo desiderio né colpa, per l'eternità, non debba anche per colmo di sventura vivere insieme a una donna egualmente immortale. (Jonathan Swift)
  • Andando infinite anime di quelli miseri mortali, che nella disgratia di Dio morivano, all'inferno, tucte o la maggior parte si dolevono, non per altro, che per havere preso moglie essersi a tanta infelicità condotte. (Niccolò Machiavelli)
  • Che è un matrimonio, in tutti i paesi del mondo, per quanto premeditato, se non un getto di dadi? (Carlo Dossi)
  • Con la benedizione del matrimonio, si riceve la forza per amarsi ed essere fedeli l'uno all'altra e in quanto sacramento, la grazia di portare su di sé i limiti e gli errori dell'altro come fossero i propri. Qualsiasi marito e qualsiasi moglie sbaglia a volte così come ogni madre a volte sbaglia col figlio. Non siamo onniscienti e onnipotenti: non vediamo tutti gli elementi, non possiamo controllare nemmeno quelli che vediamo e l'egoismo umano a volte gioca brutti scherzi inconsci anche nel cuore più adorabile. In altre parole, non siamo Dio e guai a chi venera idoli anche all'interno del matrimonio. Ma una volta che ci si rende conto di questo, una volta che Dio è messo sul trono, nel matrimonio entra un enorme potere, per cui gli errori e i peccati dei due che sono stati fatti uno, possono servire per la reciproca santificazione. (Gilbert Keith Chesterton)
  • Ci sono coppie di sposi che si voltano le spalle mentre dormono per non rubarsi a vicenda i sogni ideali. (Ramón Gómez de la Serna)
  • Credo che il matrimonio sia un grande istituto: penso che aiuti le persone a prendersi responsabilità e impegni, a dire che si prenderanno cura e vorranno bene a qualcuno. Penso aiuti le persone a mettere da parte l'egoismo e pensarsi come unione, insieme all'altro. Il matrimonio mi appassiona molto e penso che se funziona per gli eterosessuali come me, dovrebbe funzionare per tutti: per questo dovremmo avere i matrimoni gay e per questo li introdurremo. (David Cameron)
  • Degli umani contratti altri s'incidono in tavole, ed altri in colonne, ma il coniugale contratto si sanziona ne' figli. (Pitagora)
  • È meglio essere infelicemente innamorati che essere infelicemente sposati. Alcuni fortunati riescono in tutte e due le faccende. (Guy de Maupassant)
  • È meglio sposarsi che ardere. (Paolo di Tarso)
  • Fragilità, il tuo nome è matrimonio. (James Joyce)
  • Giudico il matrimonio uno scambio di cattivi umori di giorno e di cattivi odori di notte. (Guy de Maupassant)
  • Il matrimonio è una bara e ogni figlio è un chiodo in più! (I Simpson)
  • Laddove il matrimonio cristiano sia veramente vissuto dai coniugi come umile abbandono nella Sua unità restaurata sulla terra per grazia dei sacramenti, ogni amplesso sarà irripetibile come ogni giorno e come ogni miracolo divino. Proprio in tale irripetibilità, riconoscere ogni volta lo stesso viso della persona amata è gioia grande che il matrimonio riserva; ed è appunto questa gioia che ha da prendere forma e sostanza come creatura nuova, come volto e anima di vivente ad immagine e somiglianza di Dio. (Attilio Mordini)
  • Se gli sposati non fossero chiamati alla perfezione, non sarebbe permesso sposarsi. (Maurice Zundel)
  • Ho qui un vasetto di viole del pensiero. Da sei anni a primavera ho questa gentile compagnia: viole ed illusioni. – I miei amici vedendomi, triste, mi dicono per consolarmi: – Prendi moglie... (Ambrogio Bazzero)
  • I' ho sempre sentito a di' che nel matrimonio, come nell'altri lochi, contentezza val più meglio che ricchezza. (Molière)
  • I romanzi finiscono col matrimonio dell'eroe con l'eroina. Bisognerebbe invece cominciare da questo, e finire che si sono separati, cioè liberati l'uno dell'altro. Descrivere la vita come si fa, per interrompere la descrizione al momento del matrimonio, è come descrivere il viaggio di un uomo e interrompere la descrizione nel punto in cui il viaggiatore è assalito dai briganti. (Lev Tolstoj)
  • Il matrimonio, che è un comandamento divino, un sacramento della Chiesa, il legittimo principio del genere umano, il vincolo della società umana! L'unione dell'uomo e della donna è il primo legame e il primo nodo della specie umana; per questo, a proposito dei coniugi, leggiamo nella Scrittura: saranno due in una carne sola.
    E poiché di tale unità l'artefice è Dio, il comando evangelico suona: coloro che Dio ha congiunto, l'uomo non divida. (Coluccio Salutati)
  • Il matrimonio di chi è impegnato nella chiesa è, egli lo voglia o no, un focolare aperto: gli altri vi guardano dentro; la cosa migliore perciò è che il matrimonio sia inteso dai coniugi stessi come parte del loro apostolato. (Hans Urs von Balthasar)
  • Il matrimonio, dopo l'amore, sarebbe il compimento d'un bel sogno, se troppo spesso non ne fosse la fine. (Alphonse Karr)
  • Il matrimonio è il più gran lusso che un uomo possa permettersi. (Alphonse Karr)
  • Il matrimonio è il supremo tributo a un'unione d'amore, ma implica anche l'esercizio di comprensione e adattamento all'altro, ovvero alla sua diversa individualità. (Paolo Crepet)
  • Il matrimonio è come la morte: pochi ci arrivano preparati. (Niccolò Tommaseo)
  • Il Matrimonio è come una fortezza assediata: quelli che ne stan fuori vorrebbero entrare e quelli che stan dentro vorrebbero uscirne. (Léon de Tinseau)
  • Il matrimonio è come una trappola per topi; quelli che son dentro vorrebbero uscirne, e gli altri ci girano intorno per entrarvi. (Giovanni Verga)
  • Il matrimonio è la causa prima del divorzio. (Groucho Marx)
  • Il matrimonio è quell'istituto che trasforma l'ex marito nell'INPS. (Daniele Luttazzi)
  • Il matrimonio è un disastro per un giovane ed un conforto per un anziano. (Robert Anson Heinlein)
  • Il matrimonio è una promessa di felicità e un'accettazione di martirio. (Giovanni Papini)
  • Il matrimonio è una questione di sicurezza economica, status legale e sociale contro la solitudine. Se la gente vuole sposarsi, buon per loro. Personalmente lo sconsiglio a tutti i sessi, anche se per molti quel contratto è la relazione principale nella vita. (Annie Proulx)
  • Il matrimonio è una scienza. (Honoré de Balzac)
  • Il matrimonio è un'esperienza come un'altra, e può anche essere utile, formativa. Ma, per quanto mi riguarda, questo è un capitolo chiuso. Ne ho avuto abbastanza di un marito. (Tina Aumont)
  • Il matrimonio è un innesto: o attecchisce o no. (Victor Hugo)
  • Il matrimonio è un purgante variabile... Una scuola di tenerezza acida... Un monastero dell'umiltà consumata... Una palestra del limite... Colui che vi ha veramente resistito terrà duro in ogni situazione... (Philippe Sollers)
  • Il matrimonio è una trappola che la natura ci tende. (Arthur Schopenhauer)
  • Il matrimonio fondato esclusivamente sulla passione sessuale dura unicamente quanto la passione animale. (Fulton J. Sheen)
  • Il matrimonio ha dei lati buoni ma ne ha anche parecchi di cattivi. I lati buoni del matrimonio erano per lo più buoni al negativo. (Erica Jong)
  • Il matrimonio, nella vita, è come un duello nel mezzo di una battaglia. (Edmond About)
  • Il matrimonio per un uomo non è il legarsi a una donna: è il separarsi da tutte le altre. (Helen Rowland)
  • Il matrimonio spesso può essere un lago tempestoso, ma il celibato è quasi sempre uno stagno fangoso. (Thomas Love Peacock)
  • Il paganesimo aveva un dio per l'amore ma non per il matrimonio; il cristianesimo ha, oserei dire, un dio per il matrimonio ma non per l'amore. (Søren Kierkegaard)
  • «I matrimoni degli altri sono una perpetua fonte di perplessità», commentò Stephen. (Patrick O'Brian)
  • Io considero il matrimonio come un'unione spirituale, nella quale il mio dovere sarà di amare, obbedire, onorare mio marito, assisterlo e confortarlo, vivendo una vita tale da non lasciarmi sorprendere impreparata dalla morte. (William Somerset Maugham)
  • Io dico che il matrimonio è come una fortezza: il posto più sicuro dove stare finché non sei sotto attacco e, allora, diventa una trappola mortale. O come il tofu, né buono, né cattivo: a seconda di come lo cucini può diventare qualcosa di assolutamente buono o di assolutamente terribile. (Elizabeth Gilbert)
  • L'amore è una lotta basata sulle parole e sul tempo, e io avevo il vantaggio dell'esperienza. Ella aveva dalla sua la bellezza, ma io non ne ero intimidito come gli altri uomini. Non la desideravo per sempre, così non mi trovavo nella necessità di pregarla e supplicarla. Se si fosse reso indispensabile, avrei giocato la carta del matrimonio, ma volevo evitarla, se possibile. (James Barlow)
  • L'amore umano che si concretizza nel matrimonio deve costituire la pietra di un guado verso l'amore universale. (Mahatma Gandhi)
  • La catena del matrimonio è così pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla. (Alexandre Dumas figlio)
  • La letteratura di tutto il mondo non si interessa molto del matrimonio: che cosa si potrebbe desiderare d'altro se non un amore senza regole, non rovinato da affitti, vecchiaia, bambini, conti del gas? (James Barlow)
  • La morte stessa non è, per chi vi rifletta, cosa così seria come il matrimonio. (Hugo von Hofmannsthal)
  • La ragione per cui sono così pochi i matrimoni felici, è che le ragazze spendono il loro tempo a fare reti, non a fare gabbie. (Jonathan Swift)
  • La soddisfazione dell'istinto sessuale è in sé assolutamente riprovevole, in quanto è la più forte affermazione della vita. Ciò vale sia nel matrimonio che al di fuori di esso. Ma il secondo caso è doppiamente riprovevole, in quanto è al tempo stesso negazione dell'altrui volontà: alla ragazza infatti ne deriverà direttamente o indirettamente sventura; e l'uomo dunque soddisfa la sua voglia a spese della felicità di altri. (Arthur Schopenhauer)
  • La verità è che sposarmi non mi interessa: non ho grande considerazione per il matrimonio e neanche penso sia garanzia di durata di un rapporto. È solo un contratto che già l'indomani puoi sciogliere. Preferisco convivere nel peccato, grazie. (Aldo Montano)
  • Lei è sposato, signor Viviani?
    – Lo ero. Poi mi hanno guarito. (Marco Malvaldi)
  • Matrimonio! Che bruttissima parola! Di quelle che ti fanno capire in che guaio ti sei ficcato! (George Bernard Shaw)
  • Matrimonio: ecco come chiamo la volontà di creare in due quell'uno che sarà qualcosa di più dei suoi due procreatori. (Friedrich Nietzsche)
  • Matrimonio = guerra e necessità; vita da single = pace e prosperità. (Arthur Schopenhauer)
  • Matrimonio: Lo stato o condizione di una piccola comunità, costituita da un padrone, una padrona, e due schiavi: in tutto due persone. (Ambrose Bierce)
  • Mia madre lavorava all'uncinetto, creava degli oggetti preziosi. Io credo che il matrimonio sia proprio così, giorno per giorno unire quadratino a quadratino, senza spaventarsi. Non tutti i giorni sono uguali e sereni, ma occorre sempre avere una grande fede. (Don Gnocchi - L'angelo dei bimbi)
  • Molto spesso il matrimonio è stato per tutti e due un viaggio penoso, a volte senza saperlo. In questo caso la morte di uno dei due significa la liberazione da un peso e, se il superstite è una creatura semplice, non riesce a dissimularlo. Ma qualcuno, oltre alla gioia, sente una dolorosa mancanza, il cuore è malinconico e felice insieme. (Frans Eemil Sillanpää)
  • Nel matrimonio cristiano, per esempio, non c'è una distinzione fra innamoramento, amore, voler bene e sessualità. Il sacramento implica tutte queste cose insieme. (Francesco Alberoni)
  • Nella vita coniugale, l'essenziale, è la pazienza. Non l'amore: la pazienza! (Anton Cechov)
  • Non dico che una donna non possa avere un capriccio per suo marito, perché, in fondo, anche lui è un uomo. (Gérard de Nerval)
  • Non ritengo assolutamente necessario che ci sia un pezzo di carta per fare più grande l'amore di una coppia. (Mireille Darc)
  • Non sono stata abituata alla felicità: è qualcosa che non ho mai dato per scontato, ma pensavo che sarebbe arrivata con il matrimonio. (Marilyn Monroe)
  • Non v'è niente di più difficile a questo mondo che di fare un matrimonio proprio come si vuole. (Italo Svevo)
  • Nozze: Cerimonia nella quale due persone si impegnano a diventarne una, una persona si riduce al nulla, e il nulla da allora sarà più sopportabile. (Ambrose Bierce)
  • Patrimonio è un insieme di beni; matrimonio è un insieme di mali (Enrique Jardiel Poncela)
  • Per me il matrimonio è un'istituzione oppressiva e arcaica, che andava già abolita da qualche secolo. E l'amore? L'amore è il magico cibo consolatorio per gli inetti e gli ignoranti. (La rivolta delle ex)
  • Perché non posso sposarmi? | Non sono io a inventare, così, | Nessun mondo né costume nuovo. (John Webster)
  • Per quanto riguarda il matrimonio; certo che esso è in armonia con la ragione se la cupidità di congiungere i corpi non sia generata dalla sola bellezza, ma anche dall'amore di procreare figli e di educarli saggiamente; e, inoltre, l'amore di entrambi, e cioè del maschio e della femmina non abbia come causa la sola bellezza, ma soprattutto la libertà dell'animo. (Baruch Spinoza)
  • Pochi ci muoiono, molti ci vivono. (Jean de Santeul)
Peu en meurent, beaucoup en vivent.
  • Pochissimi dei matrimoni già stretti potrebbero durare se tutti i passi fuori strada delle mogli non restassero celati per la cecità o la stupidità dei mariti. (Erasmo da Rotterdam)
  • Purtroppo, non appena ti sposi, sei morto; la relazione non è viva. A quel punto, è diventata una legge, non una relazione; è un fenomeno legale, non una cosa viva. (Osho Rajneesh)
  • Quando due persone si sposano diventano agli occhi della legge una sola persona, e quest'unica persona è il marito! (Shana Alexander)
  • S'io prendessi moglie? – Oh suicidio! (Ambrogio Bazzero)
  • Sa qual è il vero fascino del matrimonio? È che rende l'inganno una necessità per entrambe le parti. (Eyes Wide Shut)
  • Sappiamo che i bisogni psicosessuali della donna devono trovare la loro soddisfazione nel matrimonio e nella famiglia. Da questo fatto nasce il pericolo di insoddisfazione per una fine prematura del rapporto coniugale ed il conseguente impoverimento della vita affettiva. (Sigmund Freud)
  • Se già hai l'amore, che te ne fai del matrimonio? (Aldo Busi)
  • Se Laura fosse stata la moglie del Petrarca, pensate | che lui avrebbe scritto sonetti tutta la vita? (George Gordon Byron)
  • Se vuoi che il tuo matrimonio trabocchi sempre d'amore, quando hai torto, riconoscilo. Quando hai ragione, non aprir bocca. (Ogden Nash)
  • Si ar monno nun ce fosse er matrimonio, / ma sai si quanta gente sposerebbe! (Cesare Pascarella)
  • Si pensa che, per due sposi, la nuova vita cominci da un determinato giorno; ma in realtà non è così. La nuova vita si crea lentamente, giorno per giorno, minuto per minuto. Le cose in apparenza più insignificanti hanno un senso che solo col passare del tempo si rivela. (Giuseppe Dessì)
  • Sposarsi senza amore, è così brutto e indegno di un uomo, come dir messa senza credere. (Anton Cechov)
  • Tacciano quelli che rigettano il matrimonio, e quelli che lo stimano più di quanto convenga; poiché Paolo con le sue parole impone silenzio e agli uni e agli altri. È buona cosa il matrimonio, purché contenga gli sposi nel dovere della temperatura. È buono, perché aiuta il pericolante e lo sostiene. Ma sarà forse di aiuto a colui che già sa stare in piedi? No, in questo caso, né è utile, né è necessario: anzi è impedimento alla virtù, non perché circondato da molti pericoli, ma perché toglie l'onore di una speciale corona. (Giovanni Crisostomo)
  • Tutte le donne dovrebbero sposarsi, e nessun uomo dovrebbe farlo. (Benjamin Disraeli)
  • Un certo grado di non comprensione (da non confondere con l'incomprensione) è l'unico santuario che un essere umano può offrire ad un altro, nella devastatrice intimità di un matrimonio felice. (Jan Struther)
  • Un matrimonio di convenienza è la più sozza, la più ignobile di tutte le prostituzioni. (Alphonse Karr)
  • Un matrimonio felice è una lunga conversazione che sembra sempre troppo breve. (André Maurois)
  • Un matrimonio senza figli non è che un libro con tutti i fogli in bianco. (Libero Bovio)
  • Una vita che mi è alleata per tutta la vita: ecco il miracolo del matrimonio. Una vita che vuole il mio bene quanto il suo, perché si confonde col suo: e se non fosse per tutta la vita sarebbe ancora una minaccia, quella minaccia che sempre è latente nei piaceri che ci procura una "relazione amorosa". Ma quanti uomini conoscono la differenza tra un'ossessione che si subisce e un destino che si sceglie? (Denis de Rougemont)
  • Uno dei misteri del matrimonio, che deve essere un sacramento e uno dei più incredibili, è che un uomo inutile come me, può diventare indispensabile in certi momenti. Non mi sono mai sentito così piccolo come ora che so quanto sono necessario. (Gilbert Keith Chesterton)
  • Uno non è sposato davvero se non ha figli. (La rivolta delle ex)

Raniero Cantalamessa[modifica]

  • Il matrimonio non finisce del tutto con la morte, ma viene trasfigurato, spiritualizzato, sottratto a tutti quei limiti che segnano la vita sulla terra, come, del resto, non sono dimenticati i vincoli esistenti tra genitori e figli o tra amici. In un prefazio dei morti la liturgia proclama: «Vita mutatur non tollitur», la vita è trasformata, non tolta. Anche il matrimonio che è parte della vita viene trasfigurato, non annullato.
  • Il problema delle persone, soprattutto nell'amore, è che si vuole possedere l'altro. E quando, anziché il dono, c'è il desiderio di possesso, si inquina tutto. Molti matrimoni falliscono per questo.
  • La formula rituale pronunciata dagli sposi al momento del matrimonio dice: «Io... prendo te... come mio sposo [...] finché morte non ci separi» (così, in molti paesi, anziché «per tutta la vita»). Bisognerebbe insegnare agli sposi a modificare (almeno nella loro mente) la formula e dire «finché morte non ci unisca». Sì, perché la vera, perfetta unità tra gli sposi si raggiungerà solo in cielo.
    Ma cosa dire a quelli che hanno avuto un'esperienza negativa, di incomprensione e di sofferenza, nel matrimonio terreno? [...] Non è per essi motivo di spavento, anziché di consolazione, l'idea che il legame non si rompe neppure con la morte? No, perché nel passaggio dal tempo all'eternità il bene resta, il male cade. L'amore che li ha uniti, fosse pure per breve tempo, rimane; i difetti, le incomprensioni, le sofferenze che si sono inflitte reciprocamente cadono. Anzi questa stessa sofferenza, accettata con fede, si convertirà in gloria. Moltissimi coniugi sperimenteranno solo quando saranno riuniti «in Dio» l'amore vero tra di loro e, con esso, la gioia e la pienezza dell'unione che non hanno goduto sulla terra. In Dio tutto si capirà, tutto si scuserà, tutto si perdonerà.
  • Quanto ai fidanzati, lo sforzo comune nella purezza permette di crescere in quell'amore, fatto di rispetto reciproco e di capacità di attendere, che un giorno sarà il solo a poter garantire la riuscita del loro matrimonio.

Proverbi[modifica]

  • Lu prim' anne de matrimonie se stà cor' a core, lu secònd' anne cul' a cule, lu terze a cagge 'n cule.
Il primo anno di matrimonio si sta cuore a cuore, il secondo culo a culo, il terzo a calci in culo.
  • Prima cu ti nzuri, mmìriti la razza: cu nno cacci li còrni comu nna cozza. (proverbio ercolano)
Prima di sposarti, valuta bene la razza [del tuo futuro coniuge]: se non vuoi che ti spuntino le corna come una cozza.
  • Tra giovo, matrimòni 'd Nossgnor; tra veij matrimòni 'd merda; tra giovo e veij matrimòni dël diav. (proverbio piemontese)
Fra giovani, matrimonio di Nostro Signore; fra vecchi matrimonio di merda; fra giovani e vecchi, matrimonio del diavolo.

Italiani[modifica]

  • Alle nozze si piange e ai mortori si ride.
  • Al mulino ed alla sposa manca sempre qualche cosa.
  • Beni uguali, sangue uguale e anni uguali fanno i migliori matrimoni.
  • Bisogna sposarsi fra pari.
  • Chi lontano si va a maritare, o è ingannato o va a ingannare.
  • Chi male una volta si sposa, ne risente per tutta la vita.
  • Chi mal si sposa non esce mai di fatica.
  • Chi non piglia l'amante al laccio, resta in casa a guardare il catenaccio.
  • Chi per amor si piglia, per rabbia si scapiglia.
  • Chi si ammoglia con niente, fino alla morte ne risente.
  • Chi si ammogliò giovane non si pentì mai.
  • Chi si marita fa bene, chi non si marita fa meglio.
  • Chi si somiglia si piglia.
  • Chi si sposa col suo sangue, rovina sé stesso e i figli.
  • Chi si sposa in fretta, stenta adagio.
  • Chi si sposa per amore, di notte ha piacere, di giorno ha dolore.
  • Chi si sposa prima d'esser savio, morirà prima di essere ricco.
  • Donne e buoi dei paesi tuoi.
  • Due cose sono migliori della dote: buon nome e buon cuore.
  • Due dì gode il marito la sua metà, quando la piglia e quando se ne va.
  • E meglio sedere a tavola imbandita con un marito vecchio che con un giovane a denti secchi.
  • È più facile sposarsi male che mangiare bene.
  • Felice quell'amore che non va troppo per le lunghe.
  • Giovane moglie e carne di maiale a chi non ha buon stomaco fa male.
  • Gli sposi che si stimano, sempre si amano.
  • I matrimoni sono, non come si fanno, ma come riescono.
  • Il matrimonio è come una fortezza assediata: quelli che sono fuori desiderano entrarvi, quelli che sono dentro vogliono poterne uscire.
  • Il matrimonio è la tomba dell'amore.
  • Il primo giorno dopo le nozze è spesso l'ultimo dell'amore.
  • L'amor del marito è la vita della moglie.
  • L'amore è cieco, il matrimonio gli rende la vista.
  • L'italiano nel matrimonio è carceriere, il tedesco padrone di casa, l'inglese sottomesso, il francese libero, lo spagnolo tiranno.
  • L'onor della casa sta nella moglie e non nel marito.
  • La donna piange prima del matrimonio, l'uomo piange dopo.
  • La mano di Dio stringe il nodo coniugale.
  • La prima causa di divorzio è il matrimonio.
  • La prima è matrimonio, la seconda compagnia, la terza un'eresia.
  • Le nozze non sono come si fanno, ma come riescono.
  • Marita il figlio quando vuoi, e la figlia quando puoi.
  • Maritare, maritare, suona bene e porta male.
  • Non si celebra nozze senza che ci si infili il demonio.
  • Non si fanno le nozze con i fichi secchi.
  • Non si fecero mai nozze, che il diavolo non ci volesse far la salsa.
  • Quando la vedova si risposa, la penitenza non è finita.
  • Sposa bagnata, sposa fortunata.
  • Sposati e ridi se puoi.
  • Sposati e vedrai, perderai il sonno e più non dormirai.
  • Sposati nel tuo paese, se vuoi saper chi pigli.
  • Tavola e letto mantengon l'affetto.
  • Tra moglie e marito non mettere dito.
  • Una aiuta a maritare l'altra.

Toscani[modifica]

  • Anche le zoppe si maritano.
  • Innanzi il maritare, abbi l'abitare.
  • Se non si maritassero altro che le belle, cosa farebbero le brutte?

Bibliografia[modifica]

  • Ambrose Bierce, The devil's dictionary, Dover Publications, Inc.,New York (NY), 1958, ISBN 0-486-20487-1
  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]